Reggiana al secondo 0-0 consecutivo. Per il patron Piazza e per mister Colucci è mancato solo il gol.

di Carlo Codazzi e Stefano Bassi – Soddisfatto per il punto conquistato dal Santarcangelo mister Michele Marcolini: “La nostra è stata una gara attenta ed era impensabile farla diversamente. Abbiamo giocato compatti col baricentro basso. Siamo usciti meglio nel primo tempo rispetto alla ripresa, ma alla fine conta il risultato. Abbiamo concesso poco a parte qualche cross in area e una sola vera palla gol alla Reggiana”. Il Santarcangelo ha fermato Parma e Reggiana in trasferta e ha subito un ko con 4 gol al passivo dal Bassano. Bassano più forte delle due big emiliane? “Non direi – ha risposto Marcolini -. Ogni partita fa storia a sé ed è impossibile paragonare i valori di queste formazioni soltanto basandosi sulle gare che hanno giocato con noi”.

Mike Piazza nel post Santarcangelo.

Mike Piazza nel post Santarcangelo.

In sala stampa è arrivato anche il bliz di Mike Piazza che ha parlato anticipando (con la stessa perfetta scelta di tempo dei suoi difensori centrali Rozzio e Spanò) Colucci che stava per iniziare la sua conferenza post match, ma ha lasciato spazio al patron: ”Well – ha esordito Piazza – ci è mancato solo il gol e dobbiamo rimanere positivi ed essere più precisi sotto porta. I fischi? E’ chiaro che queste gare possono dare frustrazione, ma noi dobbiamo restare uniti”. Lo 0-0 finale merito del Santarcangelo o demerito della Reggiana? “Le squadre che ci affrontano alzano il livello di intensità – ha analizzato il patron – e noi dobbiamo essere più bravi ed alzarlo più di loro”.

Dopo il cordiale arrivederci di Piazza il testimone è passato a Leonardo Colucci che ha iniziato sulla falsariga del suo patron: “Ci è mancato solo il gol!” ha attaccato, dopodiché ha rimarcato la stanchezza patita dalla squadra per aver giocato 3 partite in 8 giorni praticamente con gli stessi giocatori: “Sbaffo – ha spiegato – non giocava da tantissimo e ho cercato di fare turn over con quelli che avevo a disposizione. Ho inserito Falcone perché Marchi non era disponibile, Cesarini era in tribuna altrimenti lo avrei impiegato. Abbiamo messo tanti palloni in area, ne ho contanti almeno 25, ma non abbiamo occupato bene l’area stessa e non li abbiamo sfruttati. I fischi? Penso siano dovuti alla mancata vittoria più che per la prestazione. Sarà difficile mentalmente sabato prossimo? Se si è giocatori della Reggiana si sa già che gli altri si chiuderanno e che si dovrà scardinare la difesa avversaria”.

Alessandro Spanò.

Alessandro Spanò.

Alessandro Spanò ha sottolineato: “ Sicuramente ci è mancato qualcosa ed è normale aspettarsi di conquistare i 3 punti quando si gioca in casa. Purtroppo, ci è mancata la rete. Nel 2° tempo la nostra gestione della palla è stata buona, ma non abbiamo tirato. Non credo che sia, però, tutto da buttare. Passi avanti nell’intensità ci sono stati, comunque, dobbiamo voltare pagina alla svelta. Se ho paura di sbagliare e di perdere il posto? Non si può aver paura di giocare a calcio”.

L'ex granata Dejan Danza ora al Santarcangelo.

L’ex granata Dejan Danza ora al Santarcangelo.

“Partita perfetta – ha commentato felice l’ex di turno Dejan Danza – , e preparata molto bene da noi. Le occasioni ci sono state, ma sono state 1-1 alla fine. Alla Reggiana abbiamo concesso solo un tiro in porta e abbiamo sofferto solo sul suo cambio di modulo (4-2-4 ndr). Infatti, il mister ci ha richiamati e ci ha dato le indicazioni su come sistemarci”.

Paolo Rozzio.

Paolo Rozzio.

“La delusione resta – l’amaro commento di Paolo Rozzio – perché vincendo andavamo al 2° posto e davamo una svolta al nostro campionato. Quando le squadre si chiudono è difficile trovare gli spazi. E’ normale che sia così, dobbiamo continuare a lavorare come stiamo facendo e i risultati arriveranno”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *