Ragazzino di 14 anni rapina
i coetanei armato di coltello

2/10/2016 – Ha marinato la scuola e presentandosi armato di coltello nel cortile di un altro istituto,  ha rapinato uno studente di più piccolo di lui (solo 13 anni) impossessandosi del suo cappellino da baseball. Il giorno prima aveva derubato dell’iPhone un compagno di classe.

Protagonista dei primi episodi di bullismo (ma si dovrebbe parlare di delinquenza giovanile) in questo nuovo anno scolastico a Reggio Emilia, è uno studente di soli 14 anni, denunciato per rapina e furto aggravato dai carabinieri di Casalgrande. Del suo caso si occupa la Procura dei minorenni di Bologna. 

Al ragazzino  i carabinieri hanno trovato i “trofei” delle sue gesta: l’iphone e il cappellino da baseball, poi restituiti ai due studenti derubati. Sequestrata anche l’arma usata per minacciare le vittime:  un coltello lungo 16 cm di cui 7 di lama.

Secondo la ricostruzione investigativa operata dai carabinieri di Casalgrande, il 14enne venerdì mattina non è andato a scuola ma si è presentato,  prima del suono della campanella, in un altro istituto scolastico del comprensorio ceramico e lì ha rapinato un bambino di 13 anni. Ha infatti avvicinato la vittima, che si accingeva ad entrare a scuola, prendendogli il cappello da baseball: “Mi piace lo prendo io!”. Q

ueste le parole del bulletto che ha inoltre minacciato la vittima che lo rincorreva, mostrandogli il coltello che aveva in mano.

Ma lo stesso ragazzo il giorno prima, secondo quanto accertato dai carabinieri durante la contestazione in caserma della rapina, aveva derubato a scuola un suo compagno di classe sottraendogli l’iPhone 5s. Un furto consumato per vendicare la reazione del compagno durante una lite verbale per motivi trascurabili. Oltre all’accusa per rapina al 14enne veniva quindi anche contestato il reato di furto aggravato.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *