Pieni di benzina a sbafo e conti correnti svuotati con carte di credito clonate : denunciata a Correggio banda di hacker moldavi

15/10/2016 – Una banda di cinque hacker moldavi, tutti sui vent’anni, e un albanese di trent’anni svuotavano conti correnti e riempiano i serbatoi delle loro auto grazie a una ingente quantità di carte di credito clonate. Al termine di un’indagine complessa, cominciata a inizio anno, sono stati individuati e denunciati dai carabinieri di Correggio  per concorso in uso fraudolento di carte di pagamento. Le indagini ora sono volte ad accertare quante e quali aziende siano state derubate con le card clonate. Le “cavallette” agivano in provincia di Reggio.

Tutto era partito dalla denuncia di un’azienda reggiana che aveva subito il furto di circa 10.000 euro per numerosi rifornimenti di benzina avvenuti mediante l’utilizzo di carte carburanti intestate alla stessa azienda. Numerosi rifornimenti disconosciuti dallo stesso imprenditore che si è accorto dell’indebito uso quando si è visto presentare  il conto. I carabinieri della stazione di Correggio a cui l’imprenditore, titolare di un’impresa di autotrasporto, si era rivolto, sono risaliti ai moldavi e all’albanese anche grazie all’esame delle immagini del sistema di videosorveglianza del distributore dove i pieni venivano effettuati.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *