Rifiuti: “Col porta a porta strong aumentano puzza, bolletta e topi”
“E si fa sempre più strada il fai-da-te”

di Nadia Borghi
 18/10/2016Apprendo con immenso piacere che da dicembre prossimo sarà esteso il porta a porta rifiuti in tutta la città partendo da Baragalla, Rivalta e Belvedere.
L’unico mio rammarico è che non sia vero porta a porta come quello esistente a Santa Croce e dintorni dal lontano 2006, metodo col quale l’utente è costretto a tenere in casa ben sei frazioni di rifiuti da conferire su suolo pubblico secondo calendario, e teniamo presente che attualmente da queste parti non è presente nessun tipo di cassonetto esterno.
A questa differenza di trattamento, seppur con bolletta uguale per tutti, non siamo in grado di fornire spiegazioni e ormai non sappiamo più di che zona facciamo parte, area urbana o forese ? Le tasse ci qualificano come area urbana ma la gestione rifiuti pare classificarci col forese, a Tutino l’ardua sentenza.
Leggo con soddisfazione che l’incoerenza del nostro Tutino è stata rilevata anche dai suoi compagni di partito parmensi che lo rimproverano di dar lezioni sui rifiuti agli altri quando non è in grado di gestirli a casa sua, proprio vero!

Raccolta rifiuti porta a porta

Raccolta rifiuti porta a porta

Tornando però alle cose serie non capisco come mai si estenda un metodo che dove presente non funziona, e nonostante le belle parole di Vecchi e Tutino che sfoderano dati in merito alle percentuali di differenziata, la gente ha deciso di non aderire ad una raccolta bluff che vede mescolare tutto alla raccolta, tanto si porta a Parma!
Non era logico, prima di aggiungere criticità a quelle già esistenti, sistemare in maniera civile le zone da troppo tempo soggette a porta a porta e piene di topi?
Non era meglio cercare un metodo utile a contenere i costi della bolletta visto che adesso dobbiamo andare a bruciare a Parma dopo la chiusura di Cavazzoli  e dobbiamo pure sostenere i lauti stipendi degli amministratori di Iren?
Confido nel malumore che inevitabilmente si solleverà fra i cittadini coinvolti che si vedranno aumentare sia la puzza in casa che la bolletta.
Non ritengo giusto massacrare sempre gli stessi per far godere sempre i pochi soliti, serve una via di mezzo.
Ecco perché dove vige il porta a porta da 10 anni si fa sempre più strada il fai da te dove ognuno agisce come meglio crede, tanto non cambia niente.

*Presidente Comitato Reggio Emilia cittadini Santa Croce

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *