La Reggiana vince il derby di Mantova, ma Colucci non s’illude: “Dobbiamo essere più cinici e crescere”.

di Carlo Codazzi – Il derby vinto a Mantova fa sorridere un raffreddato Stefano Compagni, vice presidente granata: “E’ presto per affermare che la Reggiana è diventata grande – ha detto vestendo i panni del pompiere -. E’ una vittoria importante quella di oggi ottenuto su un campo che sapevamo molto ostico. Ho visto il Mantova giocare con tanta grinta dopo i risultati negativi in cui era incappato. Per noi è un successo importantissimo, ma sappiamo che dobbiamo migliorare. Insistere sul 3-1 quando si poteva tenere palla? Il mister e i ragazzi sanno che c’è qualcosa da sistemare”. Tre punti preziosi conquistati di fronte a tanti tifosi granata: “I tifosi vincono sempre – il plauso di Compagni -. Loro sono quelli che sono sempre da confermare perché trascinano l’ambiente e la squadra. Troppe due reti subite dalla penultima? Anche il Parma ha sofferto contro il Mantova sabato scorso. Bisogna essere equilibrati nei giudizi – la stoccata alla critica dell’ex patron -. Dobbiamo esserlo tutti. Sbaffo? Sembra un problema muscolare, ma godiamoci la vittoria per ora”.

Il vice presidente granata, Stefano Compagni

Il vice presidente granata, Stefano Compagni

Successo sofferto, ma fondamentale per la Reggiana di Leonardo Colucci. “Abbiamo fatto buona gara pur con qualche errore di troppo – l’analisi del mister -. I ragazzi sono stati bravi anche se sul 3-1 si poteva segnare il quarto gol. Vorrei la squadra più cinica perché poi abbiamo preso il gol al 95’ ed è un peccato. Mi tengo la buona prestazione anche dei due giocatori che non erano in campo domenica. Tante volte si parla  a vanvera – così si è tolto un sassolino Colucci -. C’è bisogno di tutti ed è importante avere un gruppo che dà la propria disponibilità”.

Leonardo Colucci

Leonardo Colucci

Reggiana in sofferenza nei 10’ iniziali sia nel primo che nel secondo tempo in cui ha trovato la rete nel suo momento peggiore: “Gli episodi favorevoli vanno cercati – ha sottolineato -. Io parlo nel quotidiano coi ragazzi e gli dico che non si devono perdere i duelli individuali. In generale, devo fare soltanto un applauso ai miei giocatori perche hanno dato tutto per portare a casa la vittoria”. I granata avrebbero potuto “addormentare” la gara sul 3-1 e invece hanno continuato a spingere: “Sì, dovevamo rallentare, ma non devo essere io a dire alla squadra di tenere la palla fra i piedi. Parlo dalla panchina, ma spesso  non si sente. Penso che per spirito di emulazione da quello che, per esempio, si vede la domenica su Sky un giocatore sa che si deve perdere tempo per calciare dalla bandierina. Avevamo, evidentemente, troppa voglia di fare la quarta rete e così abbiamo subito il secondo gol. Se fossimo stati sul 3-2 i ragazzi si sarebbero comportati diversamente”. Perché ho tolto Maltese? Ovviamente perché era ammonito. Se avesse preso il secondo cartellino, poi sai che critiche. Anche se sono giovane come allenatore ci arrivo a prendere queste decisioni – secondo sassolino tolto dal mister -. Se mi sono messo a insegnare calcio a Maltese alla fine del 1° tempo? Non ci siamo capiti sulla sua collocazione su un corner del Mantova. Lui per guardare l’uomo aveva perso il riferimento della palla. Un errore che non bisogna fare mai. L’errore ci può stare, ma devi poi essere bravo a correggerti. Ci siamo capiti comunque. La conferma di Panizzi un premio? Panizzi dimostra che può fare il titolare durante la settimana. Prima giocava Giron, ora tocca a lui che è un giocatore della Reggiana”. Anche per il mister la domanda finale è di prammatica. La Reggiana è diventata finalmente grande? Diciamo che per diventare grandi bisogna passare attraverso prestazioni come quella di oggi in partite difficili come questa – ha risposto diplomaticamente-. Dobbiamo crescere e  sarò monotono, ma va considerato che abbiamo 19 giocatori nuovi e c’è bisogno di lavorare tanto. Piuttosto mi fa piacere vedere i giocatori infortunati a bordo campo per incitare i compagni durante il riscaldamento. Sbaffo? Purtroppo ha accusato un problema muscolare”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *