Il derby emiliano di serie A finisce in parità. Il Sassuolo acciuffa il Bologna all’87’ con Matri.

Bologna 23/10/2016 – L’ex milanista Matri firma il pari all’87’. Grande sofferenza per la squadra di Di Francesco, sotto nel punteggio dopo una gran punizione scagliata in rete da Verdi dopo 10′ di gioco. Di Francesco pesca dal mazzo della panchina il jolly giusto dopo aver rischiato più volte di capitolare.

Il Sassuolo riesce ad uscire ancora imbattuto dal Dall’Ara di Bologna (è la terza volta, due pari ed una vittoria). L’1-1 finale è firmato da Matri, al primo gol in neroverde. L’ex milanista si fa trovare pronto a beffare il Bologna che a lungo aveva comandato il gioco, soprattutto nei primi 45′, in cui la squadra di Donadoni avrebbe meritato almeno il doppio vantaggio. Stessa storia nella ripresa, sia pure con minore intensità. Sassuolo alle corde, ma più “dentro” la gara, Bologna sprecone.

Eusebio Di Francesco, allenatore Sassuolo

Eusebio Di Francesco, allenatore Sassuolo

Eusebio Di Francesco gongola a fine gara: “Quando è entrato Federico” – dice, a proposito del figlio, calciatore rossoblù – “ho avuto paura. Ha avuto anche la palla buona e mi ero immaginato la storia a lieto fine, ma solo per lui” – aggiunge scherzando con la faccia di chi sa che l’ha scampata bella. Analizzando la gara ammette che “Il Bologna ha fatto meglio di noi nel primo tempo perchè erano più tutto rispetto a noi: più freschi, più bravi in ampiezza e più pericolosi. Poi, lentamente, qualcosa è cambiato e ci portiamo a casa questo risultato importante. Voglio sottolineare che noi non siamo la Juve basta guardate la nostra formazione. E’ chiaro che l’esperienza in Europa ci sta togliendo energie, ma la viviamo al massimo delle nostre forze, con impegno ed entusiasmo. Ci mancano ancora alcune pedine fondamentali e bisogna comunque tenerne conto nella valutazione complessiva”.

La partita

Primo tempo a senso unico, tutto di marca rossoblù. Felsinei avanti già al 10′ con una fantastica punizione di Verdi che pesca l’incrocio dei pali.  Due minuti dopo cambio obbligato nel Sassuolo: Magnanelli si fa male e lascia il posto a Pellegrini. Il Sassuolo ha un sussulto al 13′ con una scivolata di Biondini appostato sul secondo palo che spedisce fuori, ma è la squadra di Donadoni a fare la partita. Al quarto d’ora potente conclusione di Nagym, Consigli respinge, arriva Torosidis che calcia a colpo sicuro, la palla sbatte sotto la traversa, ma non supera la linea bianca. Al 20′ tremano ancora i neroverdi. Peluso si immola e respinge come può un’altra conclusione gol di Taider.  Il resto è un monologo dei padroni di casa (nove tiri in porta complessivi) con i neroverdi spettatori e incapaci di reagire al pressing alto della squadra di Donadoni. Ci sono pure due gol annuillati da Irrati che fa arrabbiare il pubblico di casa. Decisioni controverse che risultano corrette.

Il pareggio di Matri che anticipa Da Costa con un tocco sotto. (da Blitz quotidiano).

Il pareggio di Matri che anticipa Da Costa con un tocco sotto. (da Blitz quotidiano).

Di Francesco prova a cambiare assetto inserendo Politano al posto di Sensi nel tentativo di invertire la tendenza di un match nato malissimo per il Sassuolo, sempre in sofferenza di fronte al miglior Bologna della stagione. Il ritmo fatalmente si abbassa, il Bologna cerca di gestire, i neroverdi guadagnano metri, ma non sfondano. Anzi, rischiano ancora il raddoppio se non ci fosse Consigli a sbarrare la strada a Dzemaili prima e a Floccari poi nel giro di un minuto. Successivamente, Irrati non ravvisa gli estremi per un penalty (fallo di Cannavaro su Verdi)  e tiene in vita le speranze del Sassuolo. Krejci spreca incredibilmente un assist di Sadiq con la squadra di Di Francesco a rischia ancora in contropiede. All’86’ la prima occasione. Cannavaro colpisce di testa da pochi passi, ma Da Costa blocca. Il pareggio, insperato, arriva all’87’ con un delizioso colpo sotto di Matri che brucia Da Costa in uscita e pareggia i conti. Poco ci manca che il Sassuolo porti via l’intera posta con un  “tentativo” di autogol di Masina, un corner al “veleno” e una conclusione da fuori di un redivivo Politano.

IL TABELLINO

BOLOGNA – SASSUOLO 1-1 (1-0)

Marcatori: 10′ Verdi (Bo), 87′ Matri (S).

BOLOGNA (4-3-3): Da Costa; Torosidis, Helander, Maietta, Masina; Dzemaili, Nagy (70′ Pulgar), Taider; Verdi (88′ F. Di Francesco)Floccari (79′ Sadiq), Krejici. A disp.: Gomis, Sarr; Ferrari, Oikonomou, Mbaye, Viviani, Rizzo, Donsah, Mounier, Federico Di Francesco. All.: Donadoni.

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Lirola, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Biondini, Magnanelli (12′ Pellegrini), Sensi (46′ Politano); Iemmello (72′ Matri), Defrel, Ricci. A disp.: Pomini, Pegolo; Antei, Gazzola, Del’Orco, Mazzitelli, Duncan, Adjapong, Ragusa. All.: Eusebio Di Francesco.

ARBITRO: Irrati di Pistoia (Di Vuolo/Marrazzo; 4° uomo Del Giovane; addizionali Celi, Ghersini).

NOTE: Recupero 1° t. 2′, 2° t.  3′. Spettatori 20.201 (di cui 13576 abbonati). Ammoniti 76′ Pellegrini (S).

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *