Cosa crede chi non crede? Atei in cerca di un centro di gravità: incontro con Francesco Maria Feltri al circolo Pigal

24/10/2016 – “Che cosa crede chi non crede? Da Voltaire a Il nome della Rosa” è il titolo del nuovo incontro organizzato da Iniziativa laica in collaborazione con Le Graffette Associazione culturale di Modena, in programma giovedì 27 ottobre 2016, alle ore 15.30, al circolo Arci Pigal di Reggio Emilia (Piazzale Atleti Azzurri d’Italia).

La conferenza sarà tenuta dal professor Francesco Maria Feltri, docente di Letteratura italiana e Storia, che spiega: “In che cosa non crede più, chi dice di non credere? Questo interrogativo comincia a porsi dal Settecento, allorché non incontriamo più degli eretici, che mettono in discussione le dottrine della Chiesa, ma dei deisti o degli atei, che rifiutano il cristianesimo e tutte le religioni rivelate, mentre sottopongono a dura critica il testo biblico.
A lungo (e fino al Concilio Vaticano II), molti credenti accusavano i loro avversari di mettere in dubbio, insieme alla fede, anche tutti i valori morali. Ma, al contrario, chi non crede nella fede tradizionale ha avuto ed ha tuttora numerosi e solidi valori, primo fra tutti quelli della libertà intellettuale, della tolleranza e del rispetto per le opinioni altrui: valori che, in tempi di violenza e di fanatismo, devono essere riproposti come fondamentali, ai fini di una convivenza civile capace di accogliere nel dialogo i diritti di tutti”.

L’incontro, a ingresso libero, è organizzato in collaborazione con Libera Università Crostolo (Reggio Emilia), Università Popolare la Sorgiva (Montecchio Emilia) e Il tempo libero (Praticello/Campegine)

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *