“Chiudere i supermercati a Natale, Santo Stefano e Capodanno”: appello di Confcommercio alle grandi catene

13/10/2016 – Il presidente di Confcommercio Reggio Emilia  Donatella Prampolini chiede un’iniziativa unitaria perché i supermercati restino chiusi nei giorni di Natale, Santo Stefano e Capodanno: “Dal momento che la legge dello Stato non ci viene incontro – scrive- auspichiamo che le altre associazioni e i sindacati dei lavoratori reggiani si uniscano a noi per un appello a tutti i marchi della distribuzione organizzata affinchè di comune accordo sia garantita la chiusura totale in queste giornate”.

Donatella Prampolini Manzini

Donatella Prampolini Manzini

“Avvicinandosi il periodo delle feste natalizie e, con esse, il rischio concreto di trovare i supermercati aperti nei giorni di Natale, Santo Stefano e Capodanno, si augura che venga ripreso in mano il Disegno di legge, fermo da mesi in Commissione al Senato, sulle chiusure festive negli esercizi commerciali – afferma Donatella Prampolini, che è vicepresidente nazionale di Confcommercio-  Non si tratta di una questione soltanto di carattere morale, perché il tempo da dedicare alla famiglia è comunque sacrosanto, non solo per i lavoratori dipendenti ma anche per gli imprenditori. Si tratta ugualmente di una questione di carattere economico – sottolinea -. perché la deregolamentazione delle aperture festive ha portato solo all’impoverimento del tessuto commerciale: non ha fatto crescere i fatturati ma ha soltanto spostato quote di mercato verso la grande distribuzione.”

“Noi di Confcommercio rimarchiamo il valore della pluralità distributiva e lo vogliamo difendere convinti che sia un bene per la collettività. Per questo riteniamo indispensabile eliminare la disparità insita nelle aperture commerciali 24 ore su 24 per 365 giorni all’anno”.

Da qui l’invito alle altre associazioni  e ai sindacati “per un appello a tutti i marchi della distribuzione organizzata affinchè di comune accordo sia garantita la chiusura totale nelle giornate di Natale, Santo Stefano e Capodanno”.

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Fausto Poli l'Angelo Rispondi

    15/10/2016 alle 15:44

    Ma come Stato, si dovra’ seguire le leggi dello Stato, non Vi pare ? Cosa dice la legge ?

    Non puo’ essere che tutto sia stato fatto fuorilegge. I Comuni autorizzano la costruzione delle grocery, e poi attraverso le associazioni fan finta di stare dalla parte dei cittadini ? Ma non succedera’ mai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *