Scultura dell’Antelami riaffiora a palazzo del Carbone
Eccezionale scoperta archeologica nel cuore di Reggio

15/10/2016 – Eccezionale ritrovamento archeologico nel sottosuolo del Palazzo del Carbone, nel centro storico di Reggio Emilia, inaugurato oggi da Luigi Maramotti e dal ministro Graziano Delrio dopo un imponente recupero durato due anni e costato cinque milioni di euro. Durante gli scavi da un cumulo di brecce è venuto alla luce un grosso frammento di altorilievo medievale del 1.200 con una figura maschile, probabilmente la testa di un profeta.

La scultura medievale attribuita ad ambiente antelamico e ritrovata negli scavi di palazzo del Carbone

La scultura medievale attribuita ad ambiente antelamico e ritrovata negli scavi di palazzo del Carbone

Il reperto, esposto per breve tempo nel corso dell’inaugurazione, è attribuito a Benedetto Antelami, lo scultore del Duomo di Parma e del Duomo di Fidenza, o alla sua bottega. Se l’attribuzione sarà confermata dalla Soprintendenza, sarà l’unica scultura antelamica ritrovata a Reggio.

Scultura di bottega antelamica al castello sforzesco di Milano

Scultura di bottega antelamica al castello sforzesco di Milano

L’architetto Mauro Severi ha spiegato che la scultura “forse apparteneva alla chiesa di Santa Maria Maddalena la cui presenza è testimoniata da una lapide nello stesso Palazzo del Carbone. . L’opera sarà esposta il prossimo gennaio, al Palazzo dei Musei, in una mostra sui ritrovamenti archeologici degli ultimi cinque anni a Reggio Emilia”.

L'inaugurazione di palazzo del Carbone: don Gazzotti benedice l'edificio . dietro di lui da sinistra Luigi Maramotti, Mauro Severi, Luca Vecchi, Graziano Delrio e Marco Corradi

L’inaugurazione di palazzo del Carbone: don Gazzotti benedice l’edificio . dietro di lui da sinistra Luigi Maramotti, Mauro Severi, Luca Vecchi, Graziano Delrio e Marco Corradi

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *