Università: storie di successo a Ingegneria Gestionale
Il meeting fa il pieno, nata l’associazione ex-Alumni

Gli ex Alumni di Ingegneria Gestionale

Gli ex Alumni di Ingegneria Gestionale

26/9/2016 – C’è chi è arrivato dalla Germania e anche dal Sudafrica per partecipare al Meeting degli ex-alumni di Ingegneria Gestionale: i primi laureati, fra il 2000 e il 2004,  della sede universitaria reggiana, e che oggi ricoprono ruoli di prestigio in gruppi piccoli e grandi , spesso di dimensioni internazionali. Li ha mossi una voglia di tornare da dove erano partiti per rivedersi e riallacciare i rapporti di un tempo, ma anche come riconoscimento di quanto abbia contato, nelle loro carriere, la formazione ricevuta a Reggio a Reggio Emilia.

C’erano praticamente tutti, sabato mattina nel palazzo di Unimore in viale Allegri (ex Zucchi, ora palazzo Dossetti) quei primi laureati: e chi non ha potuto partecipare di persona, a causa degli impegni all’estero, ha mandato mail e lettere di adesione tutt’altro che formali.

C’erano fra gli altri Marcello Lusuardi della Bosh, Emil Anceschi direttore generale Coopservice e presidente di Gesta, Francesco Mainini di Smeg South Africa, Jessica Catellani della Maserati, Pietro Annicchiarico e Andrea Bettelli di Max Mara, Nicola Bertazzoni vicepresidente Sales Bertazzoni, il consulente aziendale Alberto Baldi, Gianluigi Olivieri e di Emak e molti altri (sotto l’elenco completo).

Carlo Baldi, Riccardo Ferretti e Eugenio Dragoni

Carlo Baldi, Riccardo Ferretti e Eugenio Dragoni

Una grande soddisfazione per Carlo Baldi, protagonista della fondazione  della sede universitaria reggiana nei primi anni Novanta e che in questi anni ha tenuto i rapporti con i ragazzi di allora, oggi manager e imprenditori. Nella riunione tutti hanno parlato per qualche minuto della loro esperienza, hanno messo sul tavolo le loro idee per migliorare l’offerta formativa e anche per rinnovare l’economia e la città, infine hanno costituito l’associazione ex-Alumni di Ingegneria Gestionale, sul modello sperimentato delle Università britanniche e americane: la prima associazione del genere costituita nell’alveo di Unimore, a Reggio Emilia e a Modena.

I lavori del meeting ex Alumni

I lavori del meeting ex Alumni

I 25 ex Alumni presenti all’incontro hanno nominato presidente l’ing. Alberto Baldi e presidente onorario il dottor Carlo Baldi. Consiglieri gli ingegneri Flavio Barani, Andrea Boselli, Jessika Catellani, Flavio Ferrari, Marcello Lusuardi e Francesco Maini. Segretaria Federica Fontanesi.

L’associazione – spiega una nota diffusa al termine del meeting – “intende costituire un riferimento stabile e duraturo per tutti gli Ex Alumni della Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia – sede di Reggio Emilia. Potranno però associarsi anche studenti laureati in Ingegneria presso altre Facoltà, previo consenso del Consiglio Direttivo”.

ex-alumni-5

L’associazione si propone inoltre “di stimolare una interazione proficua tra i suoi membri, condividendo contenuti di carattere professionale e favorendo un dialogo che metta a fattor comune le reciproche esperienze; sviluppare e/o promuovere opportunità di formazione professionale; divulgare opportunità di lavoro; favorire l’espansione della rete di contatti professionali dei propri membri”.

Gli ex-Alumni, come insegna l’esperienza, diventano col tempo degli ambasciatori dell’Università del mondo: le associazioni fanno crescere le relazioni professionali tra gli aderenti e le stesse opportunità di lavoro. Anche per questa ragione il rettore di Unimore professor Andrisano vede in questa iniziativa -la prima del genere nell’università di Modena e Reggio – un importante punto di partenza in un settore – quello del rapporto gli ex studenti – ancora carente. Non a caso all’incontro l’università era rappresentata in forze dal pro Rettore Riccardo Ferretti, dal preside di Ingegneria Eugenio Dragoni e dall’ex pro rettore prof. Grasselli, che ha voluto ricordare iol primo preside, lo scienziato Olmes Bisi e il prof.  Montanari, scomparso di recente, che è stato il fondatore del laboratorio di compatibilità elettromagnetica. “Montanari – ha rivelato carlo baldi – negli anni 90 mise a disposizione un brevetto unico al mondo per un sistema di controllo in tempo delle fonti di inquinamento elettromagnetico. Purtroppo non se ne fece niente a causa degli ostacoli frapposti dalla burocrazia politica. A conferma che il successo o il fallimento di una buona idee spesso non dipendono da fattori economici o spociali, ma dagli uomini”.

ex-alumni-4

Il professor Dragoni ha sottolineato come dai primi anni 2000,quando si laurearono gli ex-Alumni di oggi, molta acqua è passata sotto i ponti: Ingegneria a Reggio conta ben 1.100 studenti e occupa tre padiglioni del campus San Lazzaro, e nessuno mette più in discussione la permanenza della sede.

Tutti gli intervenuti hanno concordato nel giudicare un fattore successo la formazione ricevuta a Ingegneria Gestionale. In particolare Alberto Baldi, neo presidente dell’associazione, ha sottolineato come la trasversalità dei programmi formativi rappresenti un vantaggio rispetto anche alle università straniere, perché mette in condizione di coordinare più fattori e più competenze molto diverse tra loro.

GLI EX ALUMNI INTERVENTUI ALL’INCONTRO

 Emil Anceschi, direttore generale Coopservice

Pietro Annicchiarico, Max Mara

Alberto Baldi, consulente d’organizzazione d’azienda

Flavio Barani

Nicola Bertazzoni, Vice presidente Sales . BERTAZZONI

Andrea Bettelli, Max Mara

Cristian Bezzi, Arix

Andrea Boselli, Project manager Duna Group

Giuseppe Casamassima, Havi Logistics

Jessica Catellani, Maserati (Quality Model Manager)

Roberto Cerioli, Omnia Spa

Antonio Di Sarno, Ingranaggi Moreali Mario Spa – resp. Qualità

Flavio Ferrari, BKW Italia – Portfolio Strategy

Davide Fontani – Direttore generale – APE

Marcello Lusuardi, Bosch (Germania)

Francesco Mainini, Smeg South Africa

Luca Masoni, Simitdental

Cristiana Mora, Scuola di Ingegneria e Architettura Università di Bologna

Gianluigi Olivieri, Emak Spa

Laura Pellesi, Baldi & Partners

Francesco Quaranta, TTM Top Technology Mission Spa

Edgardo Reggiani, Ecologia Soluzioni Ambiente Spa

Antonio Rota, Vidierre

Lorenzo Vezzani, Inema (Bologna).

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. carlo Rispondi

    28/09/2016 alle 10:58

    Il seme è stato piantato bene e la pianticella appena nata darà i suoi frutti. – Mi disse il vescovo Monsignor Gibertini benedicendo la nascente Università a Reggio.
    Questi sono i primi frutti , che mi auguro rappresentino la nuova classe dirigente anche della nostra città e dell’Europa.
    Carlo Baldi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *