Tempesta: case scoperchiate a Rubiera
Alberi e pali sulle auto, un ferito a Reggio

6/9/2016 – Case scoperchiate a Rubiera, un ferito a Reggio, alberi crollati, automobili distrutte, collegamenti telefonici bloccati. E’ disastroso il bilancio della bufera con pioggia e raffiche di vento sino a ottanta chilometri l’ora. che intirno alle 18 ha spazzato la Bassa e Reggio Emilia.

Centinaia le chiamate al centralino dei vigili del fuoco. A Scandiano un grosso pino è crollato bloccando una strada e  sfiorando l’abitazione della consigliera comunale Elena Diacci: fortunatamente non si registrano feriti.

Albero abbattuto su un'auto a Reggio

Albero abbattuto su un’auto a Reggio

Una persona invece è finita all’ospedale Santa Maria Nuova: era all’interno di un’auto investita da un palo in via Luxemburg. Grossi rami hanno danneggiato auto parcheggiate alla Polveriera e in via Wibicky, mentre un grosso ramo del parco del Popolo è precipitato su viale Allegri e un altro ancora in via risorgimento ha bloccato temporaneamente la strada d’accesso all’Arcispedale.

Scoperchiati diversi stand di FestaReggio, dove è stato annullato l’incontro previsto alle 19,  ironia della sorte, sui cambiamenti climatici.  Ancora peggio è andata alla festa di Ponte Alto, alle porte di Modena, che questa sera resta chiusa per “verificare i danni e mettere in sicurezza l’area”.

Stand scoperchiati anche alla sagra della Giareda in viale Garibaldi.

Ma i danni più gravi si registrano i a Rubiera dove il panorama è desolante: La città è stata investita da una tromba d’aria, danneggiando i tetti di decine di abitazioni. Largo Cairoli è stato chiuso dai vigili del fuocoper permettere le operazioni di messa in sicurezza di un edificio. In tutta la bassa si registrano alberi abbattute e tegole divelte. Un platano è crollato a San Martino in Rio, in via Roma.

Il pino crollato a Scandiano

Il pino crollato a Scandiano

NUBIFRAGIO NEL MODENESE

Oltre al Reggiano, la tempesta ha investito buona parte del Modenese e in particolare la Mirandola e Medolla. Colpite anche Vignola, Spilamberto, Carpi. Un  albero è caduto sull’edificio di un asilo nido a Modena.
A Sassuolo il Comune segnala “diversi problemi che la Polizia municipale, Vigili del fuoco, squadra operai ed Hera, stanno monitorando. Nel villaggio industriale sono stati segnalati danni a coperture e materiale sulla strada, rami e tegole caduti sulla carreggiata” e “mancanza d’acqua in alcune abitazioni” per un guasto all’acquedotto: “I tecnici sono al lavoro per la sistemazione”.
DANNI NELLE LINEE FERROVIARIE, TRENI IN RITARDO

Tre Frecce, un Intercity e 10 treni regionali hanno riportato ritardi intorno a Modena sulla linea convenzionale Bologna-Milano per un palo della luce nella stazione della città che, a causa del forte nubifragio, si è inclinato fino ad appoggiarsi alla linea elettrica di alimentazione dei treni.

Interessato il tratto Castelfranco-Modena-Rubiera della linea convenzionale. I ritardi più importanti, fra 30 e 70 minuti, hanno interessato i treni regionali; uno di questi, è stato costretto a retrocedere fino a dove gli è stato possibile passare sull’altro binario. La linea convenzionale è infatti rimasta in funzione a binario unico fra le 17.50 e le 19.10, quando la circolazione è ripresa regolarmente, dopo l’intervento dei tecnici.

Intorno alle 20 era invece ancora a binario unico, dalle 17.30, la linea Bologna-Verona tra San Felice e Poggio Rusco: qui il maltempo ha colpito rami e altra vegetazione che pure si è abbattuta sulla linea elettrica di alimentazione dei treni.

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *