Stazione Mediopadana: finalmente guardie giurate nei parcheggi e cento telecamere collegate con la Polfer

21/9/2016 – Si è tenuta oggi in Prefettura una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, per l’esame delle iniziative a tutela della sicurezza della fermata Mediopadana dell’alta velocità.

Hanno preso parte alla riunione, presieduta dal Prefetto Ruberto, il Presidente della Provincia, il Sindaco di Reggio Emilia, i vertici provinciali delle Forze di polizia, i rappresentanti di Rete Ferroviaria Italiana e del Compartimento di Polizia Ferroviaria di Bologna.

L’incontro ha fatto seguito a quello di due mesi fa, il 18 luglio, in cui to esaminato il problema, a seguito dei furti e danneggiamenti verificatisi presso la tabaccheria e su alcune auto in sosta nel parcheggio. Le forze di polizia hanno già intensificato la vigilanza, incrementando i passaggi delle pattuglie presso la Stazione che, come è noto, è chiusa al pubblico dalle ore 23 alle 06  del mattino. e in quelle ore è sostanzialmente una terra di nessuno.

La stazione Mediopadana

La stazione Mediopadana

Ecco i fatti emersi e le decisioni assunte questa mattina:

a) E’ in corso di attivazione, da parte del Comune di Reggio Emilia, un servizio di vigilanza con guardie giurate, presso il parcheggio antistante la Stazione, in attesa che entro il 2017 sia attivato un sistema di videosorveglianza e di chiusura del parcheggio, analogamente a quanto già avviene nei maggiori aeroporti;

b) Sta entrando in funzione, nelle adiacenze della Stazione Mediopadana, un altro servizio di videosorveglianza con telecamere “intelligenti”, finalizzato al controllo del territorio;

c) Rete Ferroviaria Italiana ha collegato nei giorni scorsi le 101 telecamere della sorveglianza interna alla struttura con il Posto di Polizia ferroviaria della Stazione F.S. di Reggio Emilia, attivo h. 24;

d) La tabaccheria ha già attivato nelle scorse settimane un collegamento di teleallarme con la centrale unificata del 112.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *