Spacciava marijuana in camera da letto: manette a reggiano di 18 anni
Bilancino sul comodino, 130 grammi di erba sulla mensola

9/9/2016 – Considerava la sua camera da letto come una zona franca dove praticare lo spaccio di droga in santa pace, ma i suoi traffici non sono sfuggiti ai Carabinieri della stazione di Corso Cairoli, nel centro di Reggio Emilia, che l’altra mattina, al culmine di una serie di appostamenti, hanno fatto irruzione nell’abitazione di un ragazzo di 18 anni. Sono entrati in camera, dove stava dormendo, e lì hanno scovato 130 grammi di marijuana oltre al classico armamentario del piccolo spacciatore, compreso un bilancino di precisione che ancora le tracce di stupefacente delle ultime pesature.

Il giovane appena maggiorenne è stato così arrestato dai militari per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.   Questa  mattina il giudice di Reggio Emilia lo ha scarcerato, imponendogli di presentarsi due volte al giorno alla polizia giudiziaria.

Il diciottenne, formalmente un povero disoccupato ma già ben scafato, era ancora impastato di sonno quando ha aperto ai Carabinieri. Sul comodino anziché un libro aveva oltre a costoso cellulare anche il bilancino di precisione. Nel portafoglio aveva 230 euro, provento dello spaccio. Tutto era a portatra di mano: in un cestino sulla mensola sopra il letto c’erano 4 sacchetti di cellophane con circa q30 grammi di marijuana.

 

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *