Peggiora l’inquinamento a Reggio: l’anno scorso 67 giorni di sforamento delle polveri sottili
I dati Arpa rivelati in commissione consiliare

Tabella dei dati Arpa sulla qualità dell'aria a Reggio Emilia

Tabella dei dati Arpa sulla qualità dell’aria a Reggio Emilia

15/9/2016 – La qualità dell’aria nel 2015, nel comune di Reggio Emilia, è peggiorata. Lo attestano i dati forniti ieri sera dall’assessore Mirko Tutino alla commissione consiliare dedicata al bilancio ambientale. Le giornate di sforamento  dei limiti di Pm10 (polveri sottili)  sono state 67 (di gran lunga superiori al livello annuale consentito dalle normative europee) contro le 50 del 2014 e le 56 del 2013. Nel 2012 erano state 93. Comunque il dato del 2015 è il peggiore di tre anni.

Male anche i valori di ozono: le giornate di sforamento sono state 60, sempre nel 2015, contro le 23 del 2014 e le 62 del 2013.

smog-traffico-citta-300x225

 

E’ evidente l’influsso degli andamenti climatici, tuttavia appare chiaro che Reggio non riesce a liberarsi della cappa di inquinamento che la soffoca in permanenza.

La tabella (qui sopra) è stata diffusa su Facebook dal consigliere comunale Cesare Bellentani di Alleanza Civica: Considerato che ogni anno vengono rottamate auto vecchie dal mercato e sostituite con auto Euro 5 ed Euro 6 – scrive Bellentani –  che vengono eliminate caldaie a gasolio e sostituite con impianti più efficienti, che a liello regionale, nazionale ed europeo stiamo attuando misure per raggiungere l’obiettivo Europa 20-20-20 e che abbiamo avuto un inverno molto mite, forse dovremmo rivedere qualcosa nelle azioni che la nostra giunta mette in piedi per la qualità dell’aria… o no?”
“C’è qualcosa da rivedere nella viabilità, come sostengo da inizio consiliatura, o no? Ma l’assessore – riferisce Bellentani – dice che non ha ereditato Oslo o Copenaghen, bensì Reggio Emilia. Infatti, come tutti ben sanno, per settant’anni questo comune è stato governato da Alleanza Civica…”.

Be Sociable, Share!

2 risposte a Peggiora l’inquinamento a Reggio: l’anno scorso 67 giorni di sforamento delle polveri sottili
I dati Arpa rivelati in commissione consiliare

  1. Ughetta Rispondi

    15/09/2016 alle 09:14

    Fatevi un giretto in Ematologia…
    poi partite per un altra meta.
    A mali estremi..

  2. carlo Rispondi

    15/09/2016 alle 11:13

    Se non si prendono provvedimenti decisi, con soluzioni alternative, tra alcuni anni la città di Reggio dovrà essere abbandonata a causa dell’incremento smisurato delle malattie da inquinamento. Anzi sarebbe necessario che venissero pubblicati i dati di tali malattie( specie bronchiali ecc.) della città ed il loro andamento.
    Carlo Baldi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *