Mondo cattolico e coop sociali in lutto: addio a Antonella Morlini, formatrice e studiosa morta a 48 anni
I suoi progetti su migranti e nuove povertà hanno cambiato il welfare reggiano

20/9/2016 – Il mondo cattolico reggiano è in lutto per la scomparsa della formatrice e studiosa Antonella Morlini, 48 anni, portata via breve tempo da una malattia che non lascia scampo. Psicosociologa, laureato a Bologna in lingue moderne e a Trento in Scienze sociali,  Antonella Morlini aveva dato un contributo di primo piano alla ristrutturazione del welfare reggiano di fronte ai cambiamenti di questi anni, in particolare alle grandi migrazioni e alle nuove povertà”.

Per questa era legata al mondo della cooperazione sociale reggiana, oltre che al sistema degli enti locali.

Antonella Morlini

Antonella Morlini

Luigi Codeluppi di Confcooperative (presidente della Dimora D’Abramo che gestisce l’accoglienza dei richiedenti asilo arrivati inviati a Reggio Emilia) la ricorda per “le sue straordinarie competenze non soltanto orientate allo studio e agli approfondimenti, ma  tradotte in azioni, in progetti, in educazione e formazione al superamento dei conflitti, alla sollecitazione schietta e costante al pubblico e al privato per la creazione di sguardi condivisi di lavoro sulle grandi questioni sociali”.  “Antonella Morlini non ha mai cercato quella visibilità personale che pure la sua intelligenza e la sue competenze avrebbero potuto assegnarle: si è mossa con discrezione, sobrietà e concretezza diventando figura trainante in molti progetti: anche recentemente – aggiunge Codeluppi – abbiamo avuto modo di lavorare insieme su temi riguardanti i giovani minorenni e l’accoglienza nell’ambito della cooperativa Dimora d’Abramo cui era legata da una lunga collaborazione, e ancora una volta abbiamo potuto apprezzare il suo rigore professionale e la sua umanità”.

Anche gli operatori del welfare del Comune di Reggio Emilia esprimono “profondo cordoglio per la prematura scomparsa della dottoressa Antonella Morlini, stimata e apprezzata formatrice. Dal 2000, la dottoressa Morlini ha accompagnato diversi percorsi innovativi a sostegno delle politiche dell’ente, in particolare nell’ambito dell’integrazione socio-sanitaria e delle collaborazioni tra associazioni, cooperative sociali del territorio, Azienda Usl e Comune”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *