L’orchestra Haydn e il Coro sloveno al Valli con la Messa gaglolitica e la sinfonia Dal nuovo Mondo
Direttore Juraj Valcuha

13/9/2016 – Sabato 17 settembre al teatro municipale Romolo Valli di Reggio Emilia (ore 20,30)  l’Orchestra Haydn di Bolzano e di Trento, diretta da Juraj Valcuha e il Coro Filarmonico Sloveno eseguono la “Messa glagolitica” di Leoš Janácek e la Sinfonia n. 9 in mi minore “Dal nuovo mondo” di Antonin Dvorák.

La Messa glagolitica è una messa atipica: sonorità sorprendenti, incantatorie, e una sorta di forza barbarica del ritmo la vivificano dandole un’enfasi primigenia e istintuale. E’ lontana dalle  atmosfere della musica liturgica anche per lo slavo arcaico in cui è cantata (“glagolitico” è l’alfabeto antenato del cirillico) e per il messaggio patriottico, quasi di mito fondativo della comunità ceca e slava, che Janácek volle incorporarvi.

L'orchestra Haydn a Dobbiaco nel 2015

L’orchestra Haydn a Dobbiaco nel 2015

L’amore per la terra ceca accomuna il moravo Janácek e il boemo Dvorák – ferme restando le grandi differenze fra i due autori, storiche e di linguaggio musicale.

Già uso a dissodare la sorgente musicale popolare slava per infondere nuova linfa melodica alle proprie composizioni, Dvorák ebbe occasione, risiedendo per un periodo a New York, di operare analogamente con il folklore americano: ne scaturì – oltre al Quartetto “americano” – una delle Sinfonie più eseguite e amate di sempre: la n. 9 “Dal Nuovo Mondo”. I temi inconfondibilmente rurali, ma anche neri e pellerossa, sono ricomposti in una trasparente forma sonatistica tardo-romantica.

Il Coro filarmonico Sloveno

Il Coro filarmonico Sloveno

Juraj Valcuha, slovacco, è stato direttore principale dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai dal 2009 all´autunno 2016. Dall´ottobre 2016 sarà direttore principale dell´Orchestra e Coro del Teatro di San Carlo Napoli, nonché primo direttore ospite della Konzerthaus Orchester di Berlino. Dirigerà l’Orchestra Haydn, costituita nel 1960 ed il cui repertorio spazia dal barocco ai contemporanei; in più occasioni autori come Luigi Dallapiccola, Luigi Nono, Luciano Berio, Franco Donatoni, Giorgio Battistelli, Matteo D’Amico e Giovanni Sollima le hanno affidato dei loro lavori in prima esecuzione assoluta. Con l’orchestra, il Coro Filarmonico Sloveno diretto da Martina Batic, composto da una quarantina di membri, tra cui – solisti della serata – Adriana Kohútková soprano, Julia Gertseva mezzosoprano, Ludovit Ludha tenore e Paul Gay basso.

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *