Prato di Correggio albanese si schianta e muore nella fuga
Ricercato il complice ferito

29/9/2016 – I Carabinieri hanno risolto in poche ore il giallo dell’incidente mortale avvenuto ieri sera alle 22,30 a Prato di Correggio, davanti al magazzino Ama, quando una Bmw lanciata a tutta velocità ha urtato un cordolo stradale e si è capottata schiantandosi in un impatto spaventoso contro il guard rail.

Quando militari e 118 sono arrivati sul posto,  un giovane albanese di 28 anni, Gjini Arsen, seduto al posto di guida era già morto. Ma con lui c’era altro uomo, rimasto ferito: è uscito dalla Bmw ridotta a un ammasso di lamiera, ha chiesto aiuto per l’amico ed è subito fuggito nella notte. Sino a questo momento non è stato ancora rintracciato.

La Bmw rubata dopo lo schianto a Prato di Correggio

La Bmw rubata dopo lo schianto a Prato di Correggio

Era quasi certamente una coppia di ladri: a bordo c’erano arnesi da scasso e refurtiva, sembra non rubata nella giornata di ieri. L’automobile era stata trafugata tre mesi fa a Somma Lombardo in provincia di Varese.

Ieri sera, prima dell’incidente, la Bmw era stata segnalata a San Martino in Rio nei pressi di una casa dove era fallito un tentativo di furto. E’ possibile che l’auto corresse a tutt gas per non incrociare una pattuglia dei carabinieri intervenuta nella zona del tentato furto: una fuga a folle velocità risultata fatale.

E’ possibile che i due fossero della banda che colpisce le abitazioni della zona preferibilmente alla sera, dalle 19 in poi. Una risposta certa potrà arrivare solo quando carabinieri e polizia avranno rintracciato l’uomo ferito, tuttora uccel di bosco.

 

 

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Cristian Rispondi

    29/09/2016 alle 15:19

    Quando si dice che il tempo è galantuomo! Però lasciarsi scappare l’altro delinquente….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *