“La centrale elettrica estranea ai compiti della Bonifica”
Parlano i consiglieri che votarono no
“Subito nuove elezioni per ripristinare la democrazia”

di Giovanni Salvarani

21/9/2016 – Il 24 ottobre 2013 il CdA del Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale con Delibera n. 573/2013 approvò la costituzione di una società a responsabilità limitata per la progettazione, la costituzione e la gestione di una centrale idroelettrica sulla traversa di Castellarano-San Michele.
Io, Giovanni Salvarani insieme a Maurizio Capone, consiglieri dell’unica lista di opposizione “ACQUA AMICA”, fummo i soli a votare contro.

Un impianto del Consorzio di Bonifica Emilia centrale

Un impianto del Consorzio di Bonifica Emilia centrale

Ritenevamo esulasse dai compiti istituzionali del Consorzio l’esercizio di tale attività, oltrettutto con un considerevole investimento a carico di tutti i consorziati, che distoglieva fondi dalle attività tipiche del Consorzio di Bonifica. Quando noi partecipammo alle elezioni consortili del 2010 fummo l’unica lista alternativa al listone del tutti dentro, perchè avevamo obiettivi diversi e credevamo che le liste uniche fossero nocive a qualsiasi principio democratico.

Nel settembre 2015 chiedemmo il rinvio delle elezioni consortili del dicembre 2015, perché convinti sarebbe stato impossibile gestirle in modo corretto e trasparente, per carenze organizzative e normative interne al Consorzio di Bonifica. I successivi eventi, con l’annullamento delle elezioni, ci diedero ragione.
Svolgemmo il nostro lavoro di Consiglieri d’Amministrazione dal 2011 al 2015, sempre gratuitamente, spesso in dissenso con l’intero CdA, per difendere gli interessi dei Consorziati da un apparato di potere che cercava utilizzare il Consorzio di Bonifica come fonte di finanziamenti per i propri progetti politici e non.
Riteniamo assolutamente urgente e necessario riconvocare le elezioni consorziali per ridare il Consorzio ai Consorziati, ripristinando quei principi di democrazia tanto sbandierati dalle pubbliche istituzioni.

(post inviato a Reggio Report)

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *