Iren si espande in Liguria: da ottobre gestirà il trattamento rifiuti a Spezia
E procede a grandi passi l’acquisizione di Amiu Genova

29/9/2016 – Il gruppo Iren si espande in Liguria. Sarà operativa a partire dal primo ottobre la società che gestirà gli impianti di trattamento dei rifiuti urbani a servizio della provincia di La Spezia e di parte del bacino del Tigullio. Il 51% del capitale sociale della nuova società sarà equamente diviso tra IREN Ambiente S.p.A. e Ladurner S.r.l. del Gruppo Ladurner Ambiente S.p.A. (25,5% ciascuna) mentre il residuo 49% resterà in capo ad Acam Ambiente della Spezia,  che conferirà la propria dotazione impiantistica. Nel frattempo procede a grandi passi l’operazione di ingresso di Iren in Amiu, l’azienda rifiuti di Genova: una fusione guidata dal reggiano Ivan Strozzi, direttore generale di Amiu.

Alla Spezia, il parco impianti conferito alla nuova società Iren-Ladurner-Acam sarà costituito dall’impianto di selezione e trattamento di rifiuti (Cdr)  di Saliceti in valdi Magra (autorizzato per circa 105.000 tonnellate all’anno e indicato dal Piano Regionale Rifiuti come impianto di riferimento della zona del Levante Ligure) e dall’impianto trattamento della frazione “verde” derivante da sfalci e potature di Boscalino.

La nuova società avrà il compito di effettuare un revamping complessivo degli impianti e di gestirli per un periodo di 26 anni.

L'impianto Acam di Saliceti

L’impianto Acam di Saliceti

L’aggiudicazione a Iren Ambiente S.p.A e Ladurner S.p.A. del 51% del capitale sociale della nuova società è avvenuta a luglio di quest’anno:  il prezzo è  pari a circa 7,158 milioni di euro (3,579 milioni di euro in capo a ciascuna), che andrà a ristorare sia pure in minima parter l’immane debito accumulato da Acam. Tale cifra, posta a base d’asta, sarà da corrispondersi per 4,158 milioni di euro al momento dell’acquisto della partecipazione e per la restante parte all’esito delle verifiche straordinarie definite nella documentazione di gara.

“L’aggiudicazione del 25,5% della costituenda società spezzina non solo conentirà un ulteriore rafforzamento del gruppo Iren all’interno dei propri territori di riferimento” – ha dichiarato il Presidente Paolo Peveraro ma garantirà al contempo una gestione efficiente e sostenibile del trattamento e dello smaltimento dei rifiuti urbani indifferenziati nell’area del Levante ligure. Questo grazie all’esperienza e al know-how di IREN nel settore, e alla sua vocazione verso una sempre maggiore efficienza e innovazione che diventano driver di sviluppo nelle aree nelle quali il Gruppo opera.”

 “Questa iniziativa – nota a sua volta l’ad Massimiliano Bianco – segue di qualche mese la chiusura dell’operazione legata ad Atena S.p.A. che ha permesso al Gruppo di ottenere la maggioranza della multiutility vercellese, e dimostra ancora una volta il continuo impegno di IREN nel perseguire con puntualità i propri obiettivi strategici.”

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *