Il notaio diventa “digitale” Prima asta pubblica telematica: venduti all’opera Grassi due immobili Inail di Reggio

16/9/2016 – Stipulati ieri  Bologna dal notaio Giorgia Manzini gli atti di trasferimento di due appartamenti ubicati a Reggio Emilia. Per la prima volta l’aggiudicazione è avvenuta con ricorso allo strumento dell’asta pubblica telematica mediante la Rete Aste Notarili – RAN, il nuovo servizio telematico predisposto dal Consiglio Nazionale del Notariato.

Si tratta di immobili di proprietà INAIL situati in via Monte San Michele, offerti in vendita al pubblico con apposito bando, nell’ambito delle dismissioni dei beni di enti pubblici, per i quali era stata presentata offerta in busta chiusa cartacea, digitalizzata mediante il servizio telematico dal notaio Giorgia Manzini.

Giorgia Manzini

Giorgia Manzini

Ricordiamo che si era aggiudicata l’assegnazione provvisoria lo scorso aprile l’associazione reggiana “OPERA LAICALE BENEFICENZA GRASSI”, con sede in città in Via Pier Carlo Cadoppi n. 8, presieduta dall’avvocato Marta Dehò. Assegnazione che poi è divenuta definitiva con la chiusura dell’Asta e il conseguente rogito curato dalla dott. Giorgia Manzini ieri a Bologna presso la direzione regionale dell’INAIL.

“L’ OPERA LAICALE BENEFICENZA GRASSI” esiste da oltre un secolo grazie al fondatore l’ingegnere reggiano Luciano Grassi, benefattore della città, promotore di istruzione e scuola. L’Opera destina annualmente i proventi derivanti dai frutti del proprio patrimonio principalmente all’Universitàdi Modena e Reggie e ad altri progetti di associazioni di promozione sociale inerenti all’istruzione.

I beni acquistati ieri saranno affittati a terzi e i ricavi saranno donati alle scuole della città.

 

Il Notaio Giorgia Manzini a conclusione dell’asta ha spiegato: “Il meccanismo è molto equo e trasparente, a tutela sia dell’interesse del venditore a spuntare il maggior prezzo possibile, raggiungendo il maggior numero di potenziali acquirenti, sia degli interessi dell’acquirente, che può recarsi da un Notaio così detto periferico, diverso dal Notaio Banditore che magari si trova in un’altra città, per consegnare la propria offerta in busta chiusa cartacea digitalizzata, al sicuro da possibili imbrogli”.

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *