Don Pessina e i delitti del dopoguerra a FestaReggio: dibattito sul libro di Bernardi “Il Diavolo, il vescovo e il Carabiniere”

2/9/2016 – Venerdi 2 Festareggio rompe un vecchio tabù: alla Piazzetta delle Idee si parla dei delitti del dopoguerra firmati da ex partigiani del Pci.  L’occasione è data, alle 18,30, dalla  presentazione del libro di Antonio Bernardi “Il Diavolo, il vescovo, il Carabiniere. Reggio Emilia, un difficile dopoguerra”. Con l’autore interverranno Mauro Del Bue, Fausto Giovanelli, il giornalista Mike Scullin e Mirco Carrattieri, già presidente di Istoreco.

Il libro di Bernardi ripercorre, basandosi su fonti giudiziali e giornalistiche, il dopoguerra reggiano e i tragici eventi che crearono attorno al PCI un diffuso alone di sospetti di correità o di ignavia.

Il Diavolo, il Vescovo, il Carabiniere: libro di Antonio Bernardi sul delitto don Pessina

Il Diavolo, il Vescovo, il Carabiniere: libro di Antonio Bernardi sul delitto don Pessina

Lo spazio più consistente è riservato – anche per la sua centralità nelle indagini che si sono sviluppate nei primi dieci anni del dopoguerra, trovando nuovi sviluppi negli anni Novanta – all’omicidio di don Umberto Pessina e al controverso ruolo che hanno assunto, nel definire i colpevoli di tale delitto, il vescovo di Reggio e il capitano dei Carabinieri Pasquale Vesce.

Antonio Bernardi, ex segretario della federazione provinciale del Pci e deputato per più legislature, non tace sulle responsabilità dell’Anpi e del Pci, tuttavia accredita uno scenario in cui il Partito comunista, soprattutto nella vicenda che porto all’ingiusta condanna di Germano Nicolini (poi riabilitato con il processo di revisione di Perugia) , fu condizionato nei suoi comportamenti da un accerchiamento politico e ideologico forsennato.

Sarebbe più interessante se al dibattito partecipassero Otello Montanari e Vincenzo Bertolini, artefici del Chi sa Parli all’interno del Pci, che per la loro scelta di rompere il muro di omertà sul delitto Don Pessina e la condanna di Nicolini, pagarono prezzi politici molto alti.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *