“Dai tifosi coglioni alla tendopoli per finti profughi: sindaco e vicesindaco fanno a chi le spara più grosse”

di Matteo Melato*

12/9/2014 – Le parole pronunciate dal Sindaco Vecchi a FestaReggio sono inaccettabili: definire il dissenso dei tifosi della Reggiana ‘una coglionata’ è un’offesa a tutti i cittadini reggiani che hanno voluto manifestare il proprio dissenso, in maniera pacifica seppur colorita, alle sue politiche sul tema dello stadio.

Il Sindaco sostiene che i tifosi hanno fischiato nel momento in cui lui parlava delle vittime del terremoto, ma questo non corrisponde alla realtà. E’ successo l’esatto opposto in quanto i tifosi contestavano prima ancora che lui cominciasse a parlare , pertanto il nesso tra i due fatti è solo una becera strumentalizzazione dell’accaduto.

Il sindaco ha affrontato anche il tema dell’immigrazione sostenendo che non si può legare con il tema con la sicurezza, ma sono i fatti che lo smentiscono clamorosamente.

I recenti fatti avvenuti in città hanno dimostrato in maniera netta che il tema dei profughi ha risvolti anche sul tema sicurezza, pertanto ci chiediamo come si possa prendere in giro i cittadini in questo modo dato che le cose sono sotto gli occhi di tutti. I cittadini vivono con un senso di insicurezza crescente anche dovuto alla presenza di questi finti profughi che passano intere giornate a bighellonare per i nostri paesi. Forse il sindaco dovrebbe girare di più tra le strade per vedere la situazione.

La sicurezza a Reggio Emilia la vede solo il sindaco, tutti i fatti recenti non sono invenzioni della Lega Nord ma fatti accaduti dovuti all’invasione che abbiamo subito per colpa delle politiche di sinistra. La notizia dell’arrivo di nuovi finti profughi, definiti così perchè i dati del ministero confermano ancora una volta la bassissima percentuale delle richieste andate in porto, non fa che accrescere ancora di più il senso di disagio della gente.

La possibilità di creare una tendopoli a Reggio Emilia, minacciata dal vicesindaco per far pressione sugli altri Comuni, vedrà la dura opposizione della Lega Nord in quanto la nostra città non diventerà mai un campeggio per clandestini. L’Amministrazione a guida PD è allo sbando totale su questo tema e la gente è stanca di queste folli scelte. Noi non ci fermeremo nel ribadire che bisogna cessare anche a Reggio Emilia l’accoglienza di queste persone in quanto la nostra comunità non può più affrontare l’arrivo di nuove persone.”

*commissario provinciale Lega Nord Reggio Emilia

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *