Clandestino e spacciatore incallito: nuovamente arrestato in città con quattro dosi di cocaina

28/9/2016 – In agosto era stato arrestato per spaccio di droga, il giudice gli ha imposto il divieto di dimora nella provincia di Reggio Emilia, ma lui con l’arroganza tipica di un delinquente incallito, ha violato ripetutamente il divieto, sino a quando i Carabinieri della compagnia di Reggio Emilia non lo hanno trovato e messo in manette l’altra sera in un bar della città: continuava a spacciare come niente fosse. E’ così finito in cella Lassan Nasr, 33 anni, tunisino e clandestino in Italia: aveva addosso 4 dosi di cocaina pronte per lo  spaccio e 460 euro in contanti ritenute frutto dell’attività illecita.

A suo carico, viste le violazioni dell’obbligo di dimora, il giudice aveva ordinato la custodia cautelare in carcere: così i militari, incaricati dell’esecuzione dell’ordinanza, lo hanno rintracciato in un bar in prossimità del centro intento a consumare una bevanda: condotto in caserma,  veniva arrestato. Il tunisino insisteva per andare in bagno e ciò ha fatto sospettare ai militari che l’uomo volesse far sparire qualcosa. Lo hanno perquisito e hanno trovato le  4 dosi di cocaina termosaldate, sequestrate insieme al denaro che l’uomo aveva con sè. Alla luce di quanto accertato l’uomo veniva arrestato anche per il reato di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. Questa mattina comparirà davanti al Tribunale di Reggio Emilia.

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *