Bastone e spray negati ai vigili di Reggio
I 5 Stelle chiedono spiegazioni in Regione

15/9/2016 – Il consigliere regionale Gian Luca Sassi del Movimento 5 Stelle  ha presentato un’interrogazione sulla mancata dotazione al corpo di Polizia municipale di Reggio Emilia degli strumenti di autotutela (spray irritante, bastone estensibile, giubbotto antiproiettile) previsti dalle norme regionali, chiedendo alla Giunta regionale di fare luce sulla vicenda. L’iniziativa fa seguito al no del consiglio comunale di Reggio, in cui il Pd ha respinto la richiesta dei  5 Stelle, sostenuta da tutte le opposizioni, di dotare i vigili urbani degli ausili di difesa.

Vigili urbani con lo spray al peperoncino: a Reggio Emilia per ora non si vedranno

Vigili urbani con lo spray al peperoncino: a Reggio Emilia per ora non si vedranno

Nell’atto ispettivo, che riporta i riferimenti normativi regionali, si evidenzia come “il porto del bastone estensibile debba essere disposto dal comandante della Polizia municipale per specifici servizi che lo facciano ritenere necessario, mentre per gli altri strumenti di autodifesa come lo spray irritante e il giubbotto antiproiettile non risulterebbero sussistere disposizioni specifiche”.

Sassi, pertanto, chiede alla Giunta regionale “quale sia la diffusione, su base regionale, dell’utilizzo degli strumenti di autotutela, se, prima dell’assunzione in servizio dell’attuale comandante della Polizia municipale di Reggio Emilia, esistessero disposizioni comunali relative all’impiego di tali strumenti e i motivi per cui la Giunta comunale abbia rinviato ogni decisione in merito”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *