Tornata dal Canada, a 91 anni dona un’ambulanza 4×4 alla Croce Verde di Castelnovo Monti

11/8/2016 – Tornata dal Canada dopo una vita di emigrazione, ha donato a Castelnovo Monti un’ambulanza nuova di zecca. E’ la storia straordinaria di Albertina Incerti, 91 anni di Fariolo di Castelnovo Monti, che in memoria del marito Mentore Gualandri, impiegato per una vita per la Canada Wire, una ditta d’oltre oceano di cavi elettrici – ha deciso di donare un’ambulanza alla Croce Verde di Castelnovo Monti e Vetto.

Mentore e Albertina nel 60esimo di matrimonio

Mentore e Albertina nel 60esimo di matrimonio

“L’ho fatto pensando a quando – ricorda la signora intervista da Tuttomontagna dopo essere rientrata a vivere in Appennino dalle praterie di Weyburn–un’ambulanza venne a prendere un nostro vicino. Sul veicolo c’era scritto in ricordo di… Allora dissi a mio marito: ‘Il primo di noi che se ne andrà donerà un’ambulanza in ricordo dell’altro’. Mentore, che era già malato, non disse niente ma gli brillarono gli occhi. Sarà stato quattro anni fa… Quando lui è morto, il 29 aprile 2013, sono andata dal notaio e gli ho parlato del la cosa. All’inizio pensavo di inserirlo nel mio testamento poi ho pensato di farlo subito”.
E dal notaio alla Croce Verde castelnovese il passo è stato breve.

Mentore Gualandri e Albertina Incerti nel 1960 in Canada

Mentore Gualandri e Albertina Incerti nel 1960 in Canada

“Certo, di donazioni ne riceviamo molte per far fronte agli ingenti costi che questo tipo di attività comporta – osserva Iacopo Fiorentini, presidente del soccorso bianco verde – e, chiamato dal notaio, temevo a chissà quale impiccio… e invece abbiamo avuto una sorpresa che non ci aspettavamo. Ci è parso giusto ringraziare Albertina da subito con un mazzo di fiori: con il suo impegno avremo a disposizione una nuova ambulanza v84 che servirà a compiere uno dei 41 servizi giornalieri – in media – svolti dai nostri soccorritori. Percorriamo una media di oltre 300 mila chilometri all’anno e per ottemperare all’accreditamento regionale abbiamo tempi di ammortamento e vita dei mezzi molto ridotti”.
“Il nuovo mezzo – conclude Fiorentini – è un 4×4 importantissimo in Appennino soprattutto nel periodo invernale quando ci impegniamo comunque per il trasporto dei malati non solo a Castelnovo, ma anche in Europa”.
Il 13 agosto l’inaugurazione ufficiale alle 18 in via Fariolo, 1 proprio nell’abitazione della signora Albertina Incerti, con i vertici della Croce Verde, le autorità e tanti amici.
Intanto, sono rientrati i due equipaggi che, in settimana, hanno svolto i trasporti speciali nell’ambito del Servizio di staffetta equipe medica dei trapianti e Trasporto organi umani: in condizioni d’urgenza da un donatore gli angeli del soccorso castelnovese hanno trasportato gli organi agli ospedali Sant’Orsola di Bologna e Bufalini di Cesena. Prosegue, intanto, sul territorio il servizio di assistenza sanitaria: dopo la Notte Rosa Castelnovese e la finale del Torneo della Montagna, è la volta di Cerreto Laghi in queste ore particolarmente gremito di turisti.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *