Sicurezza, solo briciole ai commercianti
La Camera di commercio mette in palio 50 mila euro

22/8/2016 – Non è un granché, anzi è proprio poco. Ma è sempre meglio di niente.

E’ di 50.000 euro il fondo della Camera di Commercio di Reggio Emilia per le piccole e medie imprese reggiane che intendano dotarsi di sistemi di sicurezza in modo da contrastare la microcriminalità che colpisce con un’intensità senza precedenti, esercizi commerciali, tabaccheria, artigiani e aziende: assalto che sta portando alla chiusura numerosi esercizi.

Dal 12 settembre sarà possibile presentare la domanda di contributo – pari al 40% della spesa ammissibile fino ad un massimo di 2.000 euro – sul Bando per la sicurezza a beneficio delle imprese esposte a fatti criminosi. La “lotteria” (chi prima arriva ha più possibilità di ottenere il contributo) termina il 7 ottobre.

Gli interventi che saranno ammessi a contributo “devono riguardare sistemi di video allarme antirapina – predisposti e configurati secondo i requisiti tecnici previsti dalle Forze dell’Ordine – che interagiscano direttamente con gli apparati in essere presso le Sale e le Centrali Operative della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri, in conformità ai principi predisposti dal Garante per la protezione dei dati personali in materia di videosorveglianza”.

La camera di commercio sottolinea che “l’ottenimento del collegamento con le Forze dell’Ordine è condizione necessaria per l’erogazione del contributo. Le domande dovranno essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale, a partire dal 12 settembre prossimo e fino al 7 ottobre”.

L’esame e l’erogazione dei contributi “avverrà seguendo l’ordine cronologico di spedizione delle domande a partire dal giorno di apertura del bando”.

Altre info asu www.re.camcom.gov.it alla sezione Promozione e Sviluppo Imprese.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *