Sfiora in auto una coppia con bambino, poi li insegue con un coltello di 30 centimetri
Ubriaco pericoloso denunciato a Luzzara

25/8/2015 – Alla guida dell’auto, con una manovra azzardata avrebbe sfiorato una coppia che con il passeggino camminava nel centro di Luzzara.

Redarguito per tale condotta di guida, ha raggiunto casa sua,   ha preso un coltello di oltre 30 centimetri e in sella a una bici si è scatenato contro la famigliola con cui era nato lo screzio. La donna ha preso in braccio il piccola ed è fuggita in direzione opposta a quella del marito inseguito con intenzioni bellicose dell’esagitato, un uomo di 52 anni di Luzzara. Si è poi accertato che era ubriaco.

Un compaesano che lo conosceva bene è riuscito a fermarlo poco prima dell’arrivo dei carabinieri di Luzzara. L’incredibile episodio è avvenuto l’altra sera alle 21 in via Dalai, dove era stata segnalata una donna con in braccio un bambino che scappava da un uomo che minacciava di  ucciderla e che sembrava avere un coltello in mano.

I militari presa in consegna l’arma, un coltello di 31 centimetri di cui 20 di lama, posata nel portapacchi hanno portato l’energumeno in caserma e lo hanno denunciato alla Procura reggiana per il reato di porto abusivo di armi e tentate lesioni aggravate. Poco prima aveva inseguito il marito della donna intimandogli di fermarsi perché voleva picchiarlo.

Alle accuse di porto abusivo di armi e di lesioni aggravate si  è aggiunta quella di guida in stato d’ebbrezza, in quanto sorpreso in sella alla bici dopo aver fatto uso smodato di alcolici.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *