Rientrata da Norcia la colonna dei volontari Asaps: tende alle famiglie dei contadini, medicinali e presidi per i disabili

Il vicesindaco di Norcia Pier Luigi Altavilla con Roberto Rocchi e Torelli

Il vicesindaco di Norcia Pier Luigi Altavilla con Roberto Rocchi e Anselmo Torelli

31/8/2016 – Hanno fatto rientro, dopo un paio di giorni trascorsi tra le popolazioni colpite dal terremoto, i volontari del gruppo di protezione sociale dell’Asaps (Associazione Sostenitori Amici Polizia Stradale), che assieme ai “Volontari della Sicurezza” di Sassuolo hanno trasportato e consegnato al comune di Norcia trenta tende da campo ed un paio di quintali di materiali di vario genere.

Il gruppo, una decina di persone in tutto, è partito alla volta del centro Italia nella nottata di domenica con un mezzo fuoristrada dell’Asaps (messo a disposizione dalla concessionaria reggiana Land-Rover Schiatti Class) e due furgoni in uso ai volontari sassolesi ed ha raggiunto il comune di Norcia alle prime luci dell’alba.

Qui sono stati presi contatti con il centro di coordinamento della protezione civile regionale, che ha messo a disposizione il quantitativo di tende (da 6 ed 8 posti ciascuna) alle famiglie residenti nelle zone periferiche del comune rimaste nei pressi delle abitazioni per motivi di lavoro: diversi nuclei familiari svolgono attività agricole e di allevamento del bestiame.

Al centro di raccolta di Norcia è stato scaricato il materiale raccolto nel comune modenese, in particolare medicinali e presidi medici per l’assistenza alle persone malate o con problemi di mobilità.

Nel pomeriggio, invece, i volontari dell’Asaps si sono recati a Camporeale (piccolo comune disposto nella vallata prospiciente Amatrice), dove sono state richieste altre tende da campo.

Per l’Asaps erano presenti il consigliere nazionale Roberto Rocchi ed il responsabile del gruppo di protezione sociale Andrea Bartoli, mentre i “Volontari della Sicurezza” erano coordinati da Anselmo Torelli. Sono stati ricevuti dal vice sindaco di Norcia, Pietro Luigi Altavilla, che ha espresso loro il ringraziamento per il lavoro svolto e gli aiuti trasportati presso la cittadina umbra che conta decine di abitazioni dichiarate inagibili.

terremoto Asaps Norcia

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *