Raid contro i bar del reggiano

22/8/2016 – Una notte da dimenticare per gli esercenti reggiani. Uno o più bande, di quelle che non vanno per il sottile, hanno preso d’assalto alcuni bar, provocando per l’ennesima volta vere devastazioni. Non si può escludere, vista la sporporzione tra i danni, il rischio e il magro bottino (in almeno un caso) che si tratti di colpi intimidatori ordinati da un racket.

A Campegine intorno alle tre, sulla provinciale 111, i malviventi hanno preso di mira il bar di una stazione di servizio: hanno sfondato la vetrata del bar con un blocco di cemento per prendere alcune stecche di sigarette. Sul posto sono intervenutii carabinieri della stazione di Castelnovo Sotto, su input della centrale operativa del comando provinciale di Reggio Emilia a seguito dell’attivazione dell’allarme.

Mezz’ora più tardi, poco dopo le 3,30, è stato preso di mira il bar Kimi di via Sante Mussini a Correggio. In questo caso i ladri hanno usato una grossa mazza da cantiere per sfasciare la vetrata del locale. A un primo inventario, risulta rubata una macchina cambia monete. I carabinieri di Correggio hanno compiuto i rilievi e indagano per furto aggravato a carico di ignoti.

 

 

 

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *