“Più morti che nel sisma dell’Aquila”

25/8/2016 – Una nuova forte scossa di terremoto di magnitudo 4,3 è stata avvertita nel pomeriggio nell’area del cratere del terremoto di ieri in Lazio e Marche. Ad Amatrice ha provocato alcuni crolli in edifici già danneggiati.  Ambulanze si sono dirette verso la zona rossa.

Sale a 250 morti il bilancio delle vittime del terremoto in Centro Italia. E’ l’ultimo aggiornamento ufficiale del Dipartimento della Protezione Civile. Il numero dei feriti ospedalizzati è salito a 365. Fabrizio Curcio, capo del Dipartimento della Protezione Civile, teme però che il bilancio in termini di vittime, possa essere di dimensioni peggiori di quello dell’Aquila dove i morti furono 309″.

>>>ANSA/ TERREMOTO DEVASTA IL CENTRO ITALIA, 73 I MORTI ACCERTATI

La Prefettura di Ascoli ha rivisto il dato per la zona di Arquata riducendolo da 57 a 46 deceduti. Nell’area di Amatrice e Accumuli il numero ufficiale sale invece da 190 a 195. I feriti in ospedale sono 264. Continuano le scosse, alcune avvertite anche nelle Marche, nel Lazio e in Abruzzo. Dall’inizio dello sciame e fino alle 7 di stamane, ne sono state registrate circa 470. Ad Amatrice stanno affluendo volontari da tutto il mondo.

Arquata sul Tronto: cane addestrato alla ricerca di sopravvissuti (Ansa)

Arquata sul Tronto: cane addestrato alla ricerca di sopravvissuti (Ansa)

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *