Inps-lumaca: anche 10 mesi di attesa per ricevere la Cassa integrazione
Denuncia della Cisl Emilia Ovest, che accusa i meccanismi burocratici dell’istituto

4/8/2016 – a Reggio Emilia serpeggia il malcontento tra i lavoratori per i ritardi nell’erogazione degli assegni dfi Cassa integrazione da parte dell’Inps:  a denunciarlo è Salvatore Cosma,  segretario della Filca Cisl Emilia Centrale.

La situazione è particolarmente critica nelle aziende che, per problemi di liquidità, non riescono ad anticipare la cassa integrazione e chiedono il pagamento diretto all’Inps: in questi casi i lavoratori attendono a lungo l’erogazione materiale dei sussidi da parte dell’istituto previdenziale

“Fino al dicembre 2015 – spiega Cosma – ogni mese all’Inps si riuniva la commissione presieduta dalle associazioni imprenditoriali e dei sindacati di categoria per la valutazione e decisione sulle istanze di cassa integrazione”. Ma dal 1 gennaio 2016 a seguito dell’art. 16 decreto legislativo 148/15 tali commissioni sono state abolite “pertanto – continua – non riusciamo ad avere più alcun interlocutore con l’Inps di Reggio Emilia,  che il risultato che i lavoratori da noi rappresentati attendono invano delle risposte ormai da 10 mesi, con migrazioni inutili da un ufficio all’altro.

La Filca Cisl Emilia Centrale chiede che l’Inps di Reggio Emilia si doti di una “corsia informativa ad hoc” per dare risposte in tempi brevi ai lavoratori costretti a causa della crisi stare a casa in Cig, ma senza “il pezzo” di salario derivante dall’ammortizzatore sociale, vittime di “meccanismi burocratici incomprensibili” .

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *