I Vigili del fuoco di Reggio Emilia nella zona del terremoto
con dieci uomini, cinque automezzi e un’unità cinofila

24/8/2016 – Anche i Vigili del Fuoco di Reggio Emilia nella zona del terremoto: dieci uomini con cinque automessi del comando provinciale sono partiti alle 6 di questa mattina verso Ascoli Piceno. La direzione regionale dei Vigili del Fuoco ha attivato la colonna mobile Regionale che comprende il Comando di Reggio Emilia come sezione operativa in versione sisma congiuntamente ai Comandi di Bologna e Forlì-Cesena.

La partenza della colonna dei vigili del fuoco da Reggio Emilia

La partenza della colonna dei vigili del fuoco da Reggio Emilia

Il dispositivo include anche i Comandi di Piacenza e Ferrara come gruppi operativi speciali per il movimento terra.

La sezione operativa di Reggio Emilia, diretta ad Ascoli Piceno, ed è composta da 9 unità e quattro automezzi con il relativo equipaggiamento:   tenda da campo e attrezzature di tipo USAR – ricerca in ambiente urbano e soccorso sotto le macerie.

La Direzione regionale ha anche inviato due unità cinofile tra cui una di Reggio Emilia.

colonna 3

 PARTITA DA BOLOGNA UNA COLONNA DELLA PROTEZIONE CIVILE CON TENDE E CUCINE DA CAMPO

E’ già operativo il sistema di Protezione civile dell’Emilia-Romagna per l’emergenza provocata dal sisma che ha colpito questa notte l’Italia centrale.
Una  prima colonna di 20 camion con a bordo un centinaio di volontari e tecnici dell’Agenzia regionale di Protezione civile dell’Emilia-Romagna è partita in mattinata per raggiungere il centro di coordinamento di Rieti, per poi raggiungere la località che sarà indicata.
Il modulo che raggiungerà entro sera le zone colpite è composto da tende capaci di ospitare 250 persone, cucine da campo, una tensostruttura e altri servizi per la prima emergenza.
“L’Emilia-Romagna– ha detto il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini– è pronta a fare quanto necessario per aiutare da subito le popolazioni colpite dal sisma. Purtroppo sappiamo bene cosa vuol dire affrontare una situazione di questo tipo. Metteremo quindi a disposizione la nostra esperienza per dare, già da ora, il nostro contributo per affrontare la situazione”

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *