Ha venduto tremila dosi di hascisc e cocaina ai ragazzi della Bassa: in carcere pusher marocchino di Guastalla

11/8/2016 – Ci sono voluti quasi due anni di indagini, cinque anni di spaccio di hascisc e cocaina, e tremila dosi di droga vendute ai ragazzi della bassa reggiana, ma alla fine i Carabinieri del nucleo operativo della Compagnia di Guastalla sono riusciti a incastrare un marocchino di 34 anni, domiciliato nella città del Po.

L’altra sera i militari hanno eseguito l’arresto del pusher ordinato dal Gip di Reggio Emilia su richiesta del sostituto procuratore Giacomo Forte, per l’accusa di spaccio di stupefacenti, e lo hanno portato in carcere.

L’indagine era cominciata alla fine del 2015, con i controlli telefonici sul marocchino. Dal cellulare del pusher i Carabinieri  sono risaliti a numerosi clienti, tutti sentiti dai Carabinieri. Tali attività hanno permesso di ricostruire un grosso giro dispaccio: numerosi giovani della bassa hanno dichiarato di aver comprato più volti hascisc e cocaina dal marocchino, riconosciuto attraverso le fotografia. Le indagini hanno portato a ricostruire circa 3 mila cessioni di stupefacenti compiute negli ultimi 5 anni per un business di parecchie decine di migliaia di euro.

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *