Gas: colonnina pericolosa e non interrata
Tubo del metano rotto: paura, sfollati e rischio esplosione a Zurco

30/8/2016 – E’ bastato un incidente di lieve entità per provocare la rottura di un tubo metano, situato fuori terra, e costringere a sfollare per un paio d’ore una quarantina di persone che vivono in via Colombo a Zurco di Cadelbosco Sopra. A causa della perdita di gas apressione molto elevata (pare quattro atmosfere) la strada è rimasta chiusa per 300 metri con deviazione del traffico. Solo oggi sarà ripristinata la fornitura del gas alle famiglie.

L’allarme è scattato ieri pomeriggio: da un po’ si sentiva un forte odore di gas, ma è stato un camionista tunisino di 49 anni a individuare l’origine del guasto: un tubo spaccato nella colonnina-valvola esterna al metanodotto (che serve ad alimentare le utenze private) dal quale usciva un getto violento di gas. Il tunisino, dopo aver cercato di fermare il guasto, ha chiamato i Vigili del fuoco che, arrivati in forze nella zona, hanno fatto evacuare due palazzine per il rischio di esplosioni, sempre possibili nel corso di una riparazione. Dopo un paio d’ora il guasto era risolto , ma per ragioni di sicurezza la fornitura di gas sarà ripristinata solo oggi.

Viene da chiedersi se è normale che un impianto di questa pericolosità sia situato fuori terra e ai margini di una strada: forse l’amministrazione comunale e Iren potranno spiegare perché  la colonnina non è interrata.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *