Collezioni archeologiche, oreficerie Marcy, Tricolore: i musei reggiani aperti anche a Ferragosto

La galleria Parmeggiani

La galleria Parmeggiani

13/8/2016 – Mosaici romani e medievali, ma anche collezioni ottocentesche di dipinti, mobili e tessuti: c’è tanto da scoprire nelle collezioni dei Musei Civici di Reggio Emilia, distribuite tra Palazzo dei Musei, Galleria Parmeggiani e Museo del Tricolore, situato all’interno del palazzo del Comune. I musei sono aperti anche domenica 14 e lunedì 15, giorno di Ferragosto, nelle ore serali  dalle 21 alle 23.

Nel Palazzo dei Musei si possono ammirare raccolte e collezioni riferibili all’Archeologia – come mosaici romani, museo Chierici, portico dei Marmi-sezione romana, museo romano, museo di preistoria e protostoria – Etnografia, Storia dell’arte, Storia naturale e Storia della città. Straordinaria la collezione di Lazzaro Spallanzani, da vedere i gioielli del tesoro romano-barbarico, ritrovati a Reggio, sotto piazza della Vittoria, negli anni 50.  Nella parte terminale della galleria dei Marmi anche allestito il museo virtuale di Regium Lepidi: un viaggio nella Reggio imperiale in 3D con la tecnolgia Oculus.

La Galleria Parmeggiani ospita invece, all’interno di un palazzo fatto erigere appositamente da Luigi Parmeggiani, tre collezioni ottocentesche confluite a Reggio nel 1925: dipinti, mobili e tessuti che appartengono alla raccolta del pittore, collezionista e antiquario Ignacio Leon y Escosura, armi e oreficerie provengono dalla bottega parigina Marcy (attualmente la collezione più ricca visibile al pubblico in Europa) mentre una sala è dedicata alla produzione pittorica di Cesare Detti.

I Musei di Reggio visti da Fontcuberta

I Musei di Reggio visti da Fontcuberta

Per documentare il contesto storico e politico in cui si colloca la nascita della bandiera, avvenuta a Reggio Emilia il 7 gennaio 1797, sarà interessante visitare anche il Museo del Tricolore, inaugurato nel 2004. Il percorso espositivo si snoda su due linee parallele: la storia della bandiera nazionale dalle sue origini alla conquista dell’indipendenza e dell’unità del Paese, e la storia delle vicende politiche di Reggio Emilia dalla nascita della Repubblica Reggiana alle testimonianze del contributo offerto dai reggiani alle battaglie per il riscatto nazionale.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *