Cattive ragazze a Bagnolo
Sedicenne tormentata, picchiata e rapinata da tre “bulle”

Perseguitata, ingiuriata, derisa e rapinata.  Ecco cos’ha dovuto subire una ragazzina  reggiana di 16 anni, presa di mira da tre coetanee solo per far valere la  loro prepotenza e la superiorità del “branco”.

Tre “bulle” tra i quindici e i sedici anni sono state denunciate dai Carabinieri di Bagnolo in Piano alla procura dei minorenni di Bologna con le accuse di concorso in rapina, lesioni personali e ingiurie, a seguito della denuncia presentata dalla loro vittima, pestata e rapinata, medicata in ospedale con prognosi di alcuni giorni.

L’aggressione culminata con la rapina si è concretizzata nella stazione ferroviaria di Bagnolo. Insultata e picchiata, la sedicenne è stata rapinata del portafoglio. Quindi la fuga verso casa dove in lacrime ha raccontato tutto ai genitori. Per quel fatto ha riportato alcuni giorni di prognosi per un  tumefazione al zigomo e alla tempi. Aggressione cui sono seguiti altri episodi di bullismo (offese e minacce) commessi ogni qual volta la vittima veniva incontrata dalle tre bulle, tutte studentesse.

Nemmeno l’intervento del padre della vittima, che ha diffidato le ragazze nel continuare a perseguitare la figlia, non è riuscito a risolvere la situazione.. Seppur non conosciute direttamente dall’interessata, se non di vista e con i nickname usati nei profili facebook, i militari sono riusciti a identificare e a denunciare le bulle.

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *