Affonda il bilancio di Reggio Emilia Innovazione: la perdita sfiora i 400 mila euro
Mezzo milione per stand Expo, programma food e progetto incubatori: ora chi paga?

30/8/2016 – Il bilancio 2015 di Reggio Emilia Innovazione si è chiuso con una perdita di 396 mila 645 euro, quasi cinquantamila in più delle previsioni.

I debiti sono arrivati a quota 1 milione 629 mila euro (di cui 479 mila verso fornitori) con un incremento di 65 mila euro sul 2014. Lo scrive oggi il Carlino Reggio.

La società pubblico-privata guidata da Aimone Storchi, di cui Camera di commercio e Comune di Reggio detengono insieme il 50% delle quote, non è affatto in salute, anche se i ricavi dalle attività dei laboratori (peraltro ceduti in gestione nei mesi scorsi a Iren rinnovabili) sono aumentati a 1 milione 440 mila euro rispetto al milione 248 mila del 2014.

Reggio Emilia Innovazione

 

Il bilancio non affonda del tutto grazie agli incassi dell’attività del Tecnopolo (40 mila euro) e della camera climatica (712 mila euro). Ma a Rei sono costati cari alcuni progetti speciali, come quelli relativi all’Expo,  bando sugli incubatori d’impresa e soprattutto il “FoodInnovation Program”, di cui non si è ancora vista, dopo mesi di battage trionfalistico, un conto finale dei costi e dei risultati.

Il Carlino riporta un passaggio significativo della relazione al bilancio: “Rei, in quanto componente del Comitato di Reggio Emilia per Expo 2015,  ha sostenuto tra gli altri investimenti indirizzati all’allestimento di spazi presso le sedi di riferimento del progetto, ad interventi in ambito di comunicazione anche tramite l’assunzione temporanea di personale, all’organizzazione e al supporto di eventi e del master universitario Food Innovation Program. Nello specifico Rei ha contributi al progetto con euro 129 mila 933,83“.

A fine anno la società doveva ancora incassare dalla Regione 176 mila euro per il progetto “incubatori certificati d’impresa”, e oltretutto  sono arrivati 93 mila euro in meno del previsto dal progetto “Dai distretti produttivi ai distretti tecnologici – 2”, con 182 mila euro di costi a totale carico Rei . Nel complesso, gli interventi straordinari sono costati 582 mila euro.

Ora si tratta di vedere chi ripianerà il buco del 2015: soldi, in questa partita, il Comune non intende metterne. Intanto Rei ha già avviato una robusta cura dimagrante.

Be Sociable, Share!

2 risposte a Affonda il bilancio di Reggio Emilia Innovazione: la perdita sfiora i 400 mila euro
Mezzo milione per stand Expo, programma food e progetto incubatori: ora chi paga?

  1. giuseppe Rispondi

    30/08/2016 alle 18:20

    Non capisco come Iren metta le mani su tutto. Quanto ad R Innovazione per certo la sua fine è stata decisa dall’inizio quando, anzichè gente motivata, si è ricorso ai soliti compromessi per gestirla, Quanto agli Storchi non è ora che curino solo le loro aziende !!

    • Fausto Poli Rispondi

      04/09/2016 alle 18:08

      Ci vorrebbe una chiamata in giudizio al piu’ presto possibile, altrimenti e’ la fine come per le fiere di reggio. E la chiamano democrazia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *