Razzia al Coin Carabiniere fuori servizio cattura ladro georgiano
Aveva appena saccheggiato il reparto profumeria

3/7/2016 – E’ il caso di dire che un Carabiniere, come del resto un buon giornalista, non è mai in vacanza. Un militare reggiano, in centro città per acquisti nelle sue ore libere, è dovuto tornare in servizio sull’istante e ha a catturato un ladro georgiano, in fuga dal Coin di via Emilia San Pietro a Reggio Emilia dove aveva appena saccheggiato il reparto profumeria.

E’ accaduto l’altro pomeriggio. In via Emilia ha incrociato un giovane che correva rincorso da un uomo che gli urlava  di fermarsi A quel punto il carabiniere non ha esitato a rincorrere, raggiungere e bloccare il ladro che era stato sorpreso dall’addetto della sicurezza dopo il furto di numerosi profumi dall’interno del Coin nell’ex mercato coperto, ma era riuscito a darsela a gambe .

Con l’accusa di furto aggravato il carabiniere, in forza alla Stazione di Corso Cairoli, ha quindi arrestato il cittadino georgiano Bitchiko DARCHIASHVILI di 23 anni, presidente a Reggio Emilia, ristretto, al termine delle formalità di rito a disposizione della Procura reggiana.

Il georgiano entrato al Coin come un cliente come tanti, aveva destato l’attenzione dell’addetto alla sicurezza del negozio perché si era intrattenuto in maniera sospetta nel reparto profumeria. Quando  si è avvicinato al cliente, questi si allontanava raggiungendo l’uscita. Notato che dagli scaffali mancavano delle confezioni di costosi profumi , l’addetto alla sicurezza ha chiamato il georgiano invitandolo a non uscire.

Per tutta risposta il ragazzo guadagnava l’uscita fuggendo verso la Via Emilia inseguito dal vigilante che si sbracciava urlando al fuggitivo di fermarsi. A quel punto entrava in scena il carabiniere fuori servizio, che riusciva a bloccare il giorgiano, portato nella caserma di corso Cairoli e qui arrestato per furto aggravato: addosso aveva una decina di confezioni di profumo di varie marche per un valore complessivo di circa 600 euro.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *