Parcheggi ospedale, flop della Giunta
Gli abusivi resistono ai nuovi parcometri

parcheggio ospedale 513/7/2016 – Non era necessario possedere il Q.I. di Stephen Hawking per capire in partenza che i nuovi parcometri “a targa” sarebbero serviti ad aumentare gli introiti, ma non a eliminare la piaga degli abusivi che chiedono l’obolo nei parcheggi con atteggiamento intimidatorio.

Nei primi giorni di funzionamento dei nuovi parcometri nelle aree sosta a Servizio del Santa Maria Nuova, gli abusivi hanno continuato a stazionare come prima. A conferma del fatto che il biglietto con la targa elimina il mercato nero dei ticket parzialmente inutilizzati (e sono comunque soldini), però lascia irrisolto il problema per il quale sono stati installati.

Abusivo al lavoro presso i nuovi parcometri del Santa maria Nuova

Abusivo al lavoro presso i nuovi parcometri del Santa maria Nuova

A conferma che solo la sorveglianza può risolvere il problema, diventato assillante per le migliaia di persone che ogni giorno parcheggiano l’auto nei pressi dell’ospedale.

Le fotografie diffuse dalla Lega Nofrd sono eloquenti del nuovo flop firmato assessore Tutino, l’ultima perla di un’amministrazione che tempo non ne centra una, bersagliata dalle inchieste giudiziarie (l’ultima il park Vittoria) , reticente su questioni cruciali (le fatture dei lavori della Casa di Masone, ad esempio) e che assiste alla fuga dei suoi dirigenti: la segretaria comunale ha colto la palla al balzo ed è andata a Latina, ma si parla con insistenza nei corridoi di altre dimissioni.

Oggi è il giovane Matteo Melato, commissario provinciale della Lega Nord (ma a quando un congresso?) a girare il coltello nella piaga, a proposito del flop-parcometri.

parcheggio ospedale 3

“I rimedi messi in campo dall’amministrazione a guida PD sono del tutto inefficaci e anzi, vanno ad acuire quelle che erano le criticità del problema – scrive – Come dimostrano le foto scattate  nel parcheggio dell’ospedale, quello che avevamo previsto si sta realizzando: le persone sono costrette a sostare maggiormente nella colonnina di pagamento per inserire la targa e capire come funziona il pagamento, col risultato di essere esposte ancora di più  ealle molestie dei parcheggiatori abusivi. L’Assessore Tutino aveva sventolato che questo metodo di pagamento avrebbe risolto tutti i problemi connessi ai parcheggiatori abusivi, ma questo dimostra ancora una volta che le soluzioni del PD non sono tese a risolvere veramente il problema e ad aiutare i cittadini reggiani. I parcheggiatori abusivi comandano ancora nei  parcheggi reggiani”.

Il problema deve essere risolto a monte – aggiunge Melato – Zone come quella dell’ospedale non possono avere parcheggi a pagamento sia per il grande afflusso di persone che provoca una maggior aggregazione di parcheggiatori abusivi, sia per un motivo morale in quanto le persone che si devono recare in ospedale non possono anche preoccuparsi di ricordarsi la loro targa, pensiamo in primis agli anziani. C attendiamo un cambio di strategia dell’assessore e chiediamo fortemente che il parcheggio dell’ospedale venga reso gratuito.”

A Melato ha replicato l’assessore Tutino, accusando il commissario leghista di fare ” solo propaganda” e ironizzando sulle foto scattate dagli “eternamente giovani padani nei loro raid a tempo perso”.  Specifica Tutino: “Non è mai stato detto che la sostituzione di un parchimetro con un altro avrebbe risolto il problema alla radice. Abbiamo semplicemente fatto presente che, eliminando il commercio dei titoli di sosta, si sarebbe avuto un beneficio, perché una parte dell’abusivismo sarebbe stato impedito”.

LA REPLICA DI TUTINO: DA MELATO SOLO PROPAGANDA

Come abbiamo più volte detto, nessuno sottovaluta il problema degli abusivi all’Ospedale. È un problema che ha gradualmente assunto i contorni tipici dell’ordine pubblico, perché non è giusto sentirsi insicuri quando si va a trovare un famigliare in ospedale o ci si deve sottoporre a una visita. Sono le Forze dell’ordine, con le quali abbiamo concordato un rafforzamento della vigilanza, a dover intervenire su questo fronte. Capisco che attaccare il Comune consente alla Lega Nord — tramite l’intervento del commissario provinciale Matteo Melato — di fare campagna elettorale, ma non è certamente un approccio serio.

Non è mai stato detto che la sostituzione di un parchimetro con un altro avrebbe risolto il problema alla radice. Abbiamo semplicemente fatto presente che, eliminando il commercio dei titoli di sosta, si sarebbe avuto un beneficio, perché una parte dell’abusivismo sarebbe stato impedito. Siamo quotidianamente impegnati per rispondere ai cittadini su questo problema e a poco servono le fotografie scattate dagli ‘eternamente giovani padani’ nei loro raid fatti a tempo perso per poter poi produrre un comunicato stampa illustrato.

Gli effetti complessivi del provvedimento li vedremo tra qualche settimana: se si eliminano le occasioni di commercio dei biglietti si ridurrà la presenza di chi svolge attività improprie nei parcheggi.

Sul pagamento della sosta — tema riproposto in ogni comunicato stampa della Lega, che se ne guarda bene dal dire che, anche dove amministrano i loro sindaci, la sosta è a pagamento, davanti agli ospedali — è bene ribadire la storia. Nel 2012 l’Ospedale Santa Maria, che ha l’incasso delle tariffe, chiese al Comune questo intervento per evitare che chi sosta per l’intera giornata non consentisse a chi deve sostare solo per periodi limitati di trovare parcheggio. Non è un caso se in tutte le città della nostra regione e in tante altre città del nord, questa è la situazione.

I parchimetri a targa resteranno all’Ospedale per il tempo necessario a completare le procedure di gara e realizzare le sbarre con il pagamento all’uscita (scelta che consente a ogni visitatore di pagare per il tempo necessario, e non in anticipo). Dopo questo periodo, i parchimetri saranno riutilizzati in altre zone della città“. Mirko Tutino. assessore a Infrastrutture del territorio e Beni comuni di Reggio Emilia

Be Sociable, Share!

4 risposte a Parcheggi ospedale, flop della Giunta
Gli abusivi resistono ai nuovi parcometri

  1. Fabrizio Rispondi

    13/07/2016 alle 10:48

    Bravo genio.parcheggio gratuito così non trovi un posto “nemmeno a pagarli”

  2. paolo Rispondi

    13/07/2016 alle 11:36

    Peccato che gli introiti non li incassi il comune ma l’ospedale.. che titolo disinformato.

    • Pierluigi Rispondi

      13/07/2016 alle 18:06

      I parcometri nuovi sono stati installati dal Comune, che ha annunciato l’operazione con dei comunicati, all’indomani dell’ultimo episodio di violenza avvenuto nel parcheggio davanti al Santa Maria Nuova.

  3. Daniel Rispondi

    14/07/2016 alle 12:01

    Vada Tutino a fare il parcheggiatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *