Droga, dalla montagna alla Bassa
I Carabinieri di Casina catturano due pusher e sequestrano otto etti di “maria”

25/7/2016 – Si è conclusa con l’arresto di due uomini e il sequestro di ottocento grammi di marijuana l’attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti posta in essere dai Carabinieri di Casina. Da tempo i Carabinieri del comune montano erano sulle tracce di un giro di spaccio avviato nel comprensorio appenninico. Dopo meticolose verifiche eseguite anche sulla “tipologia” e sui contatti dei consumatori di volta in volta controllati, i Carabinieri della Stazione di Casina nel pomeriggio di sabato hanno bussato alla porta di un 33enne di Correggio, a casa del quale hanno rinvenuto oltre 700 grammi di marijuana, pochi grammi di hashish e a circa 350 euro in contanti ritenuti provento dell’attività illecita, e tutto l’occorrente per il confezionamento della droga tra cui tre bilancini di precisione.
l’uomo aveva anche un’agenda sulla quale teneva minuziosamente l’elenco dei clienti ed i loro crediti. Gli accertamenti eseguiti anche sul cellulare del correggese hanno poi permesso di risalire a un 43enne di San Martino in Rio, anche lui da tempo nel mirino degli investigatori. Da qui alla
perquisizione estesa all’abitazione del sanmartinese il passo
è stato breve. Nella casa di quest’ultimo i Carabinieri di Casina hanni ovato circa mezzo etto di marijuana, pronta per essere immessa sul mercato dello spaccio, e tre piante dello stesso stupefacente, oltre al materiale per il confezionamento
e quasi 700 euro in contanti ritenuti provento dello spaccio. Attesa la flagranza di reato entrambi i gli uomini sono stati quindi accompagnati in Caserma ove, dopo aver proceduto al sequestro dello stupefacente e di tutto il resto, sono stati dichiarati in arresto e posti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria  reggiana in attesa del giudizio direttissimo.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *