Una notte di violenze sull’ex fidanzata, armato con un tirapugni
Giovane di 22 anni arrestato dai Carabinieri

16/6/2016 – Attraverso il lucernaio è entrato nella camera da letto della ex ragazza sorprendendola nel sonno. Dopo averle tappato la bocca per impedirle di urlare,  e averla minacciata con un tirapugni in ferro ha abusato di lei, rimanendo nella sua camera per tutta la notte. La notte brava di un giovane di 22 anni è però finita in cella, arrestato dai Carabinieri per violenza sessuale. Teatro della violenza un’abitazione in prossimità del centro storico di Reggio Emilia. La ragazza è rimasta in balia dell’ex sino al mattino, quando non è riuscita a comunicare col suo datore di lavoro, che abita al piano sottostante.  Quest’ultimo, a conoscenza del fatto che l’ex fidanzato la sera prima aveva rubato alla dipendente la borsa con denaro ed effetti personali, ha subito chiamato il 112.

Sul posto è intervenuta  una pattuglia dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile. I militari entrati in casa hanno scovato l’uomo  che si era nascosto, si fa per dire, in un armadio guardaroba. La ragazza, che ha 21 anni, rassicurata dai carabinieri si lasciava andare ad un pianto liberatorio e ha raccontato cos’aveva subito nella notte.

A un certo punto si è svegliata sentendo i capelli essere accarezzati. Si è quindi ritrovata davanti l’ex che, entrato dal lucernaio che aveva raggiunto arrampicandosi da un pluviale, le tappava la bocca per impedirle di urlare e minacciandola con un tirapugni continuava a violentarla. L’ex fidanzato è stato arrestato per il reato di violenza sessuale veniva arrestato. Nell’armadio dove si era nascosto c’era il tirapugni in acciaio usato per minacciare l’ex ragazza.

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *