Rinaldi vuole un confronto pubblico, Costi replica: “Già fatto, e hai anche avuto l’ultima parola”
Casina, ballottaggio rovente. Ma chi parla di legalità e lotta alle mafie?

16/6/2016 – Sono roventi gli ultimi giorni di campagna elettorale a Casina, che torna a votare domenica 19 per il ballottaggio dopo il clamoroso pareggio conseguito tra l’ex sindaco Gian Franco Rinaldi e lo sfidante Stefano Costi. Rinaldi, che ha perso ben trenta punti percentuali tra una elezione e l’altra e che, salvo un forte recupero dell’astensionismo (quello a cui del resto puntano tutti)  sulla carta arriva sconfitto al ballottaggio, sente il fiato sul collo: ha ammesso clamorosamente di “aver fatto degli errori” ed è tornato a sfidare Stefano Costi a un confronto pubblico e a presentarsi in piazza, questa sera, giovedì 16 alle 21.  Questa mattina gli ha replicato  il candidato civico (sostenuto da Forza Italia): “Il confronto lo abbiamo fatto il venerdì precedente le elezioni, e Rinaldi ha anche goduto della possibilità dell’ultima parola. Ulteriori confronti sarebbero inutili”.

Stefano Costi

Stefano Costi

Intanto continua la caccia al voto casa per casa, mai come oggi il comune montano è mobilitato per la politica. C’è tuttavia che ha notato con una certa apprensione che fra i tanti temi citati dai due candidati sindaci non compare la legalità e la lotta alle mafie. Eppure qualcosa si dovrebbe pur dire, visto che tutti vanno a chiedere i voti della comunità calabrese e entrambi i candidati hanno nelle loro liste dei candidati cutresi (che sono pure cugini). Dovrebbe dire qualcosa di chiaro soprattutto  il sindaco uscente che ha avuto per 5 anni in consiglio in consiglio comunale un parente di Nicolino Grande Aracri. C’è ancora tempo sino a venerdì a mezzanotte per parlare.

STEFANO COSTI A RINALDI: IL CONFRONTO PUBBLICO LO ABBIAMO GIA’ FATTO, ORA PENSIAMO AI PROBLEMI DEL COMUNE E AL RILANCIO ECONOMICO

 

Capisco che chi è in difficoltà, abitualmente, richieda il confronto pubblico – spiega Stefano Costi, candidato della Lista Civica Casina Bene Comune che, nelle recenti amministrative, ha strappato il clamoroso pareggio al sindaco uscente Gianfranco Rinaldi – ma di qui a volerne fare uno ogni quindici giorni significa che in quanto sin qui comunicato da Rinaldi c’è qualcosa da rivedere”. E’ questa la replica, già anticipata nei giorni scorsi, a quanto ripetutamente affermato dall’ex sindaco. “Il confronto, come abbiamo già detto – aggiunge il candidato sindaco Costi-, lo abbiamo fatto il venerdì precedente le elezioni e, lì, abbiamo espresso le nostre proposte. Rinaldi ha anche goduto della possibilità dell’ultima parola. Ulteriori confronti, sarebbero inutili e sterili schermaglie pre-elettorali, solo un pretesto per alimentare confusione negli elettori e in ogni caso ci sarà tutto il tempo, ad elezioni concluse, di confrontarci sui problemi seri in Consiglio Comunale”.

Ma non è tutto qui. Per Costi “Stupisce, inoltre, il reiterato attacco alla nostra lista civica da una lista, la sua, che chiaramente civica non è: esprime infatti, al suo interno tra i candidati, il segretario di un partito. Noi, a differenza della lista di Rinaldi, siamo aperti al contributo delle persone e delle loro idee indipendentemente dalla loro appartenenza politica e questo, per un comune di piccolo medie dimensioni, riteniamo sia un valore aggiunto e anche di orgoglio senza, lo ribadiamo, distinzione tra destra e sinistra. Avesse fatto altrettanto Rinaldi, forse, oggi non sarebbe qui a leccarsi le ferite”.

Un accenno quindi agli elementi salienti del programma “Riteniamo siano tre le cose più urgenti – afferma Stefano Costi – la prima è la riorganizzazione e la razionalizzazione delle spese correnti. Quindi un approccio critico agli investimenti, da ricercarsi nei canali di finanziamento europei. Infine, una presenza costante del territorio, con particolare riferimento alla viabilità”.

Su altri temi, il candidato sindaco preferisce evitare facili polemiche: “Abbiamo condotto sin qui una campagna elettorale ‘pacata’ e vorremmo rimanesse tale. Con buona pace dei Led che sono il cuore del programma di Rinaldi, riteniamo, invece, che per il nostro Comune sia giunto il momento di un rilancio vero di artigianato, turismo, agricoltura, scuole e valorizzazione delle eccellenze storico ambientali e del prezioso associazionismo (unico a Casina!). Tutto questo la base del nostro impegno per il paese. La qualità e la competenza dei nostri candidati, a differenza delle troppe parole spese, la decideranno invece gli elettori”.

RINALDI: COSTI SI PRESENTI IN PIAZZA GIOVEDI’ SERA

Spiace che Stefano Costi, il candidato Sindaco della lista “Casina Bene Comune”, non abbia ancora dato risposta ad alcun invito per un confronto pubblico, a due, sui rispettivi programmi per il prossimo futuro di Casina. Non possiamo che cogliere un segnale da questo, che non riteniamo sia di timore o imbarazzo, ma legato alla oggettiva scarsità di proposte nel programma stesso della lista Casina Bene Comune”. Il candidato Sindaco della lista “Per Casina”, Gian Franco Rinaldi, esprime così prima di tutto il rammarico per una occasione mancata. “Credo che alcuni incontri sui contenuti, al di là delle schermaglie dei giorni scorsi, dei proclami da parte dei candidati di “Casina Bene Comune” di essere una lista civica dopo che pubblicamente e in più occasioni sia Giuseppe Pagliani che Gianluca Nicolini hanno confermato il sostegno di Forza Italia, avrebbero messo nelle mani dei cittadini strumenti concreti e pratici per esprimere il loro voto a ragion veduta”.

Gian Franco Rinaldi

Gian Franco Rinaldi

 

Prosegue Rinaldi: “Capire cosa potrà succedere, e soprattutto in che tempi, dal 20 di giugno in avanti è un elemento tutt’altro che trascurabile. Noi siamo in grado di seguire da subito sei, sette progetti concreti già in divenire: solo per fare alcuni esempi la sostituzione dell’illuminazione pubblica con le nuove lampade a led, per un minor consumo, un risparmio sulla bolletta comunale e minore inquinamento, o l’organizzazione della 50^ edizione della Fiera del Parmigiano Reggiano, con la quale in questi anni abbiamo promosso con forza il Parmigiano Reggiano di Montagna e permesso ai nostri agricoltori di vedersi riconosciuto un valore superiore del latte; ci sono anche i fondi pronti per iniziare gli interventi sulla sede delle scuole medie. Vorremmo anche poter chiarire dati non corretti che la lista di Costi ha divulgato sulla tassazione comunale, l’addizionale Irpef, sull’indebitamento del comune ed altri. Auspichiamo ancora di poterlo fare in un confronto faccia a faccia, dando anche la possibilità ai cittadini di porre domande ed esprimere dubbi, sarebbe il modo più corretto. Torniamo ad invitare Stefano Costi a partecipare a un momento in piazza, giovedì sera dalle 21. Io ci sarò comunque”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *