Aggressione davanti al Valli: preso l’accoltellatore del pachistano
E’ un tunisino di 21 anni clandestino
Il consiglio comunale: “Illuminare la zona”

9/6/2016 – La Squadra Mobile di Reggio Emilia ha arrestato ieri il tunisino Makrem Rahali, 21 anni, ritenuto responsabile della rapina e dell’accoltellamento di un cittadino pachistano di Reggio, che ha 36 anni, venerdì sera nella scalinata a lato del teatro Valli. Il giovane è clandestino in Italia e senza fissa dimora: la polizia sospetta che possa essere responsabile di altre rapine avvenute nella zona.

Il pachistano era stato rapinato in via Nacchi, la stessa strada del centro storico dove ieri sera è stato ucciso il tunisino Mahdi Sellami: il malvivente lo ha affrontato, gli ha strappato lo smartphone ed è fuggito. A quel putno il pachistano è tornato a casa, ha bloccato il telefono rubato,ha preso un altro cellulare  ed è di nuovo uscito alla ricerca del rapinatore. Alla fine, chiedendo in giro, e girando nei luoghi dove è più facile trovare i i nordafricani, si è imbattuto nel suo aggressore proprio nella zona del Valli. Lo ha affrontato a muso duro egli ha initimato di restituirgli lo smartphone ma Rahali, per tutta risposta, ha tirato fuori il coltello e lo ha colpito al petto, fortunatamente senza colpire organi vitali. Era all’incirca la mezzanotte di venerdì. Il pachistano è uscito dall’ospedale sono ieri, e ha potuto fornire indicazioni che hanno permesso alla Squadra Mobile di arrestare l’accoltellatore.

Del caso si è parlato lunedì in consiglio comunale: è stato approvato un documento del gruppo 5 Stelle (con 24 favorevoli e un solo astenuto) che impegna il sindaco e la Giunta aumentare la sorveglianza e  l’illuminazione di piazza Martiri del 7 Luglio.

IL DOCUMENTO SULLA SICUREZZA DI PIAZZA MARTIRI 7 LUGLIO APPROVATO IN CONSIGLIO COMUNALE

 Dalla cronaca nera reggiana di domenica abbiamo appreso l’ennesima aggressione in Piazza Martiri 7 Luglio: sabato notte un uomo è stato aggredito con una coltellata al petto per poi subire un furto.

Questa è solo l’ultima di una serie di aggressioni, oltre ad altri atti vandalici, che avvengono nello spazio pubblico di fronte al teatro Valli, col favore di una illuminazione pressoché inesistente durante le ore serali/notturne e di una piazza sostanzialmente priva di iniziative e partecipazione.

Non si può dimenticare che a tale situazione di degrado non sia indifferente l’interminabile cantiere di Piazza della Vittoria e l’occlusione di gran parte del porticato dell’Isolato San Rocco.

Il problema della sicurezza di questo luogo centrale della città storica è già stato segnalato più volte da cittadini e quotidiani locali, sia per la sua grande valenza storica che culturale che identitaria.

Come amministratori pubblici non possiamo più sottovalutare questi aspetti;

Pertanto si impegna il Sindaco e la Giunta:

  • a porre quanto prima rimedio al problema della scarsa illuminazione della piazza tramite l’istallazione di nuovi punti luce, eventualmente provvedendo nell’immediato con soluzioni provvisorie;

  • ad aumentare la vigilanza notturna della piazza collaborando con le Forze dell’ordine per garantire un’adeguata sorveglianza della zona;

  • a considerare la piazza, in particolare dopo la conclusione dei lavori di piazza della Vittoria, come un grande spazio per eventi e iniziative capaci di rivitalizzare socialmente il nuovo sistema delle piazze”.

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *