“Operazione Aemilia” di Sabrina Pignedoli finalista al Premio Estense 2016

20/6/2016 – Il libro “Operazione Aemilia-come una cosca di ‘ndrangheta si è insediata al Nord”, scritto dalla giornalista del QN Sabrina Pignedoli per i tipi di Imprimatur, è nella rosa dei finalisti del  Premio Estense 2016.
E’ un successo, è il caso di dire, tutto reggiano: per il tema e  il contesto – l’operazione Aemilia contro  l’ndrangheta di Reggio –  l’autrice, l’indagine, il processo  e la casa editrice.
Il libro, basato sugli atti dell’inchiesta Aemilia, racconta  le infiltrazioni mafiose nel territorio reggiano, che si sono ramificate anche grazie alla compiacenza di insospettabili “colletti bianchi”.Libro operazione Aemilia
 OPERAZIONE AEMILIA
Grazie agli arresti che hanno inferto un duro colpo alle altre cosche, la ‘ndrangheta di Cutro ha via via acquistato potere, arrivando a dominare l’Emilia e alcune zone del Veneto e della Lombardia.
I magistrati ritengono che da oltre trent’anni sia presente al Nord Italia dove ha messo in piedi, sostanzialmente indisturbata, i suoi interessi economici, creando aziende e facendo affari con società locali. Tutto questo grazie anche alla compiacenza di insospettabili “colletti bianchi” che, pur consapevoli – secondo la procura – di stare trattando con boss della malavita organizzata, hanno messo a disposizione i loro servigi in cambio di lauti guadagni.
Inoltre, per la prima volta, secondo la Dda si è assistito a un tentativo di condizionare l’opinione pubblica attraverso i media. Senza tralasciare le attività̀ “tradizionali” come estorsioni, usura e incendi dolosi.
L’AUTRICE
Sabrina Pignedoli si è laureata al Dams cinema dell’Universitàdi Bologna e in Diritto ed economia internazionale all’Universita di Reggio Emilia, ha frequentato la scuola di giornalismo di Bologna e nel 2009 è diventata giornalista professionista. Ex redattrice al «Resto del Carlino», redazione di Reggio Emilia, (cronaca nera e giudiziaria) e collaboratrice dell’Ansa. Attualmente scrive di cronaca su QN. A causa della sua professione è stata minacciata da uno degli uomini coinvolti dall’Operazione Aemilia.
Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *