L’ospedale oncologico più moderno d’Italia
Il premier Renzi inaugura il Core
Taglio del nastro sabato pomeriggio
16 mila mq e 35 milioni di euro

10/6/2016 – Reggio Emilia blindata per l’arrivo del premier Matteo Renzi, che sabato pomeriggio taglierà il nastro del Core, il nuovo Centro oncologico e ematologico di Reggio Emilia, nell’area del Santa Maria Nuova: un ospedale di sei piani e sedicimila metri quadrati nell’area del Santa Maria Nuova, costato 35 milioni di euro di cui più di 33 per le opere edili e gli impianti tecnologici. Nel core sono riunite  le specialità mediche e chirurgiche dedicate alla terapia dei tumori  “con i più moderni approcci assistenziali e di ricerca”.

Il Core, centro oncologico e ematologico di Reggio Emilia

Il Core, centro oncologico e ematologico di Reggio Emilia

 

La cerimonia inaugurale è prevista alle 15 con gli interventi del direttore generale del Santa Maria Nuova Antonella Messori, del sindaco Luca Vecchi, del presidente della provincia Giammaria Manghi, del presidente della regione Stefano Bonaccini. Alle 16 il taglio del nastro con l’intervento del premier Matteo Renzi, che avrà al suo fianco il ministro delle ‘Infrastrutture reggiano Graziano Delrio, quasi a voler dissipare le voci sempre più insistenti di una rottura tra i due. Subito dopo l’iniziativa Porte aperte al Core: il nuovo centro oncologico sarà aperto alla cittadinanza con visite guidate di 30 minuti anche nella giornata di domenica (dalle 10 alle 19) . Alle 19,30 concerto dei Donatori di Musica Maurizio Baglini e Silvia Chiesa .
Il progetto ha preso le mosse dal 2007 per dare nuove risposte a quel 20% di casistica, trattata dall’ospedale Santa Maria Nuova di Reggio, costituita da patologie tumorali. Core ospiterà le strutture di Gastoenterologia e Endoscopia Digestiva, Oncologia, Ematologia, Medicina Oncologica, Chirurgia Generale ad indirizzo oncologico e ricostruttivo, Chirurgia senologica e Toracica, Unità di manipolazione di farmaci chemioterapici antiblastici. Vi lavoreranno circa 200 operatori  tra medici, infermieri, ricercatori.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *