Il processo Aemilia dovrà ricominciare? Appello dei parlamentari 5 Stelle perché vada avanti senza intoppi
“Continui a presiederlo Caruso, anche se promosso a Bologna”

3/6/2016 – ” Il processo Aemilia deve proseguire senza interruzioni e intoppi”.  E’ l’appello lanciato dai parlamentari 5 Stelle dopo che la commissione nomine del Csm ha proposto Francesco Caruso, presidente del Tribunale di Reggio Emilia e del collegio giudicante del processo Aemilia, quale presidente del Tribunale di Bologna. Col trasferimento di Caruso, infatti, il maxi processo alla ndrangheta reggiana potrebbe ricominciare da capo.

Per questo il senatore Luigi Gaetti, vicepresidente della commissione antimafia, e i deputati Maria Edera Spadoni di Reggio Emilia, Giulia Sarti, Michele Dall’Orco (capogruppo alla Camera) e Vittorio Ferraresi chiedono che in ogni caso Francesco Caruso resti presidente del processo Aemilia.

Francesco Caruso

Francesco Caruso

“A Caruso vanno i nostri migliori auguri per il suo possibile nuovo incarico e i nostri ringraziamenti per l’ottimo lavoro svolto fino ad oggi a Reggio Emilia – scrivono i parlamentari M5S  – Nel contempo giudichiamo una grandissima scelta di responsabilità quella di Caruso che, nel caso in cui diventasse Presidente del Tribunale di Bologna, vorrebbe mantenere il suo ruolo di presidente del collegio giudicante di Aemilia”.

Maria Edera Spadoni

Maria Edera Spadoni

Il M5S “esorta dunque il Presidente della Corte d’appello di Bologna a confermare il doppio incarico di Caruso: in caso contrario ci potrebbero essere dannose ripercussioni sui tempi del processo Aemilia con conseguenti rallentamenti dovendo iniziare da capo e dovendo partire dal primo testimone.
Il processo Aemilia è un processo importantissimo e delicatissimo che sferra un duro colpo al cuore della ‘ndrangheta e al suo radicamento nel nord d’ Italia – aggiungono i deputati grillini –  Dobbiamo assolutamente fare in modo che esso proceda nel solco già tracciato, senza dover subire grandi scossoni e rallentamenti nell’assetto della Corte e nei tempi di realizzazione.  Nella completa autonomia della magistratura, siamo fiduciosi che il nostro pubblico appello e la volontà espressa dallo stesso Caruso siano prese seriamente in considerazione”.
Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Fausto Poli Rispondi

    12/08/2016 alle 14:11

    Ho sentore di insabbiamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *