Il giorno dopo Ratzinger, don Ennio Munari ha festeggiato i 67 anni di sacerdozio
Un pranzo in campagna con gli amici per il prete del sorriso

29/6/1949 -Il giorno dopo Papa Ratzinger, don Ennio Munari, 92 anni portati splendidamente, sempre con un sorriso per tutti e una dolcezza infinita negli occhi, uno dei sacerdoti più anziani di Reggio Emilia, ha festeggiato oggi il suo 67 mo anniversario di ordinazione con un semplice pranzo in campagna, da Mandarein a Salvarano: tortelli, cinghiale, torta al limone e lambrusco rosè, insieme ad Achille Corradini, che gli è devoto sin dagli anni 50, e altri amici.

Don Munari ha rievocato il giorno dell’ordinazione avvenuta il lontano 29 giugno 1949 nella Cattedrale di Reggio Emilia, per l’imposizione delle mani da parte del vescovo Beniamino Socche. Furono in otto a essere ordinati: oltre a lui, don Alberto Altana (poi dei Servi della Chiesa, scomparso nel 1999) don Lindo Foroni di Correggio, don Giuseppe Filippi, don Ettore Maseroli, don Carlo Cipolli, don Francesco Salvarani e don Enzo Bertocchi. Di quel gruppo, che ha fatto buona parte della storia della chiesa reggiana nel secondo Novecento, è ancora su questa terra solo don Ennio. E intende restarci ancora molto a lungo.

Don Ennio Munari

Don Ennio Munari

Dopo l’ordinazione, don Munari celebrò la sua prima messa solenne il 24 luglio 1949 a San Valentino di Castellarano, suo paese di origine, nella chiesa che oggi ospita le reliquie del Beato Rolando Rivi. Fu subito assegnato come viceparroco a Coviolo, nella parrocchia retta da don Alberto Camellini. Nel 1953 diventò parroco della Sacra Famiglia alla Roncina, incarico che ha retto sino a poco tempo fa con innumerevoli opere e anche conversioni. Oggi don Ennio è in pensione, ma si fa di dire: alla Roncina è sempre un punto di riferimento per tutti. Domani sarà l’ultimo giorno della scuola materna Ettore Barchi, da lui voluta e edificata: poi la chiusura definitiva nell’ambito di una ristrutturazione delle materne cattoliche. Un dispiacere che non ci voleva, ma che don Munari sopporta con puro spirito cristiano e sempre con un sorriso per tutti. Auguri, don Ennio.

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *