Ha violentato per anni la figlia minorenne della convivente: agli arresti bravo ragazzo di 40 anni della Val d’Enza

9/6/2016 – Avrebbe violentato per anni  la figlia minorenne della sua compagna. Con la gravissima accusa di violenza sessuale su minore in ambito famigliare, è da ieri agli arresti domiciliari un uomo incensurato, italiano, di circa quarant’anni, una persona in apparenza del tutto normale.  Il classico buon vicino di casa. L’arresto è stato ordinato dal giudice  Giulia Baraldi su richiesta del pm di Reggio Emilia Valentina Salvi, ed è stato eseguito dalla Squadra Mobile della Questura di Reggio Emilia, che aveva condotto le indagini.

Teatro della violenza una casa in un paese della Val d’Enza, dove l’orco ha convissuto a lungo con la mamma della sua vittima, anche lei italiana. La ragazza oggi ha vent’anni, ma ha dichiarato di aver cominciato a subire le violenze dell’uomo quando ne aveva solo 13 e che lo scempio è andato avanti per anni sino a quando, raggiunta la maggiore età, la ragazza non se n’è andata di casa. Ha sempre vissuto con il suo terribile segreto, senza chiedere  l’aiuto di nessuno, sino a quando non ha trovato il coraggio di confidarsi con il suo fidanzato. Nel frattempo anche la madre si era separata dall’uomo che violentava sua figlia. Sono cosi cominciate indagini lunghe e delicate che hanno coinvolto una cerchia di persone vicine alla famiglia, sino alla richiesta di arresto da parte del Pm, che si è concretizzata in queste ore.

Anche la madre ha collaborato alle indagini, tuttavia viene da chiedersi come mai non si fosse accorta di nulla in tutti quegli anni.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *