Quei nonni innocenti trucidati dai partigiani
Lara Foletti presenta a Vetto “Il sasso che alza il cielo”

9/6/2016 – Venerdì 10 Giugno,  alle ore 20,45, nella sala polivalente di Vetto in Viale Italia., la sociologa Lara Folletti presenterà il suo libro “Il sasso che alza il cielo” dedicato ai nonni uccisi dai partigiani.foletti li
Lara Foletti, allieva di Francesco Alberoni, sociologa, già redattrice della storica rivista “Effe”, ha curato l’edizione italiana del Dizionario di psicologia e del Dizionario di sociologia.
L’iniziativa è promossa dall’associazione Pietro e Marianna Azzolini.

Non aveva ancora sei anni, Lara Foletti, quando il 29 maggio 1945 Domenico Cuffiani ed Emilia Gattia venivano prelevati da due partigiani armati, mentre lavoravano nei campi di Longastrino (paese a cavallo tra le province di Ravenna e Ferrara), e trucidati senza pietà sulla golena del fiume Reno.

Quale il movente di un’azione così illogica e arbitraria, non avendo i Cuffiani mai fatto male a nessuno? Dal suo primo articolo di denuncia uscito su Repubblica nel 1990, alla compatta rete di amicizie con i familiari di alcune vittime della ferocia omicida, dagli interventi (più o meno censurati) in convegni e noti programmi televisivi, sino agli scontri a testa alta con gli storici locali che «tagliano la Storia con l’accetta», illigrodi Lara Foletti restituisce, con emozione e senza filtri di comodo, un percorso netto nei gironi infernali delle stragi partigiane nelle Valli  del Polesine e di una saga familiare contadina, dagli inizi del Novecento al dopoguerra delle cooperative rosse. Una storia incredibile ma “rigorosamente vera” come viene definita dal giornalista e storico Paolo Pisanò , autore dell’introduzione.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *