Fiume tragico Rischiano di morire in tre nell’Enza, dov’è annegata Andrea Begliardi
Li ha salvati una catena umana

LEGGI ANCHE: RAGAZZA DI 24 ANNI ANNEGA NELL’ENZA SOTTO GLI OCCHI DELLA MAMMA

26/6/2016 – E’ veramente un punto maledetto quell’arenile del fiume Enza, nei pressi del ponte di Codogno. Dopo la tragedia di Andrea Begliardi, la ragazza di 24 anni di Bocco di Casina annegata venerdì pomeriggio  , oggi pomeriggio in quell’identico punto tra Currada e Compiano nel comune di Canossa – e alla stessa ora –  hanno rischiato di morire in tre.

Secondo i primi accertamenti dei Carabinieri di San Polo d’Enza, intervenuti sul posto, poco dopo le 15  una ragazza (ancora non identificata in serata, perché si è allontanata prima dell’arrivo dei soccorsi) stava facendo il bagno nell’Enza quando a causa della corrente è stata trascinata sott’acqua: era nel punto dove è morta Andrea Begliardi, e suo cugino  è stato salvato per un soffio dalla sorella della vittima.

Il greto dell'Enza dove è avvenuta la tragedia dio Andrea Bigliardi e dove hanno rischiato di annegare altre tre persone

Il greto dell’Enza dove è avvenuta la tragedia dio Andrea Bigliardi e dove hanno rischiato di annegare altre tre persone

Stessa sorte è toccata a un ragazzo di 22 anni di Bianconese (Parma) e di un cittadino dello Sri Lanka che si sono gettati nelle acque per salvare la ragazza, ma sono stati ghermiti dal micidiale vortice che, come un demone, attende le sue vittime sotto il pelo dell’acqua.

A quel punto una straordinaria  catena umana organizzata sul momento dai numerosi bagnanti presenti nella zona è riuscita a tirare fuori dalle acque i 3 ragazzi. La ragazza si è allontanata prima dell’arrivo dei soccorsi -segno che fortunatamente era in buone condizioni – e  i 2 soccorritori, entrambi coscienti, sono stati trasportati con l’elisoccorso al Santa Maria Nuova di Reggio Emilia. Sono in corso le indagini dei Carabinieri. Non sono in pericolo di vita.

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *